Lonato, Luigi Cuel uccide Cezara Musteata poi si impicca

Epilogo di morte per una relazione sentimentale finita nella campagne di Sedena con un omicidio suicidio. Il fatto di sangue si è consumato nei pressi di una cascina in località la Pampa, in via Cuccagna, in un luogo sperduto sulle colline.

A fare scattare le ricerche un uomo, amico del quarantenne, che ha chiamato il 112. Era in apprensione. Da un paio di giorni non vedeva lui in giro e lo sapeva molto depresso in seguito alla rottura con la giovane donna. Quindi ha pensato di dare l’allarme.

I Carabinieri della compagnia di Desenzano del Garda ritengono chiara la dinamica dell’omicidio-suicidio organizzato dall’uomo. Luigi Cuel, bresciano di 41 anni, dipendente di una concessionaria di San Zeno, si sarebbe impiccato a un albero dopo avere ammazzato la ex, Cezara Musteata, studentessa in un istituto tecnico di Desenzano, ma residente a Castiglione delle Stiviere, che non ne voleva più sapere di lui. L’avrebbe soffocata con delle fascette e poi l’ha fatta finita.

Una lettera ritrovata sul posto conterrebbe le spiegazioni del gesto. L’ex fidanzato avrebbe attirato la sua amata in quel luogo molto isolato con la scusa dell’ennesimo incontro chiarificatore. Poi il dramma.

Lascia un commento