MotoGp, Valentino Rossi su Yamaha vince il Gp d’Inghilterra

Tutto italiano il podio: secondo posto per la Ducati Pramac di Danilo Petrucci, terza la Ducati di Andrea Dovizioso. Quarto Jorge Lorenzo (Yamaha). Valentino Rossi con questa vittoria torna a guidare da solo la classifica mondiale.

Il Dottore ha dominato una gara difficile caratterizzata dall’instabilità del meteo e da continui colpi di scena. La pioggia che ha cominciato a cadere fitta durante il giro di ricognizione, ha costretto i piloti a rientrare ai box per cambiare moto, costringendo la direzione di gara a esporre la bandiera rossa per una nuova procedura di partenza. Con il nuovo start, il migliore a scattare da fermo è stato Jorge Lorenzo seguito da Marc Marquez e da Valentino Rossi. Con il passare dei giri, Lorenzo veniva ripreso da Rossi che riusciva a passare Marquez, iniziando una lotta corpo a corpo con il compagno di squadra. La superiorità di Rossi è emersa quasi subito con Lorenzo che oltre a cedere il passo al pilota di Tavullia ha dovuto dare spazio anche a Marquez e alle Ducati di Dovizioso e Petrucci. Con la caduta di Marquez al dodicesimo giro, i due piloti con la Ducati si sono messi a lottare tra loro, per poi iniziare a dare la caccia a Rossi ormai in fuga. Dei due, Petrucci è stato il migliore anche se in sella alla vecchia Ducati GP14, conquistando il secondo posto. Al traguardo, Jorge Lorenzo, è passato quarto, davanti a Pedrosa e Redding entrambi su Honda.

Per Rossi la vittoria di Silverstone vale il quarto successo in stagione, la vittoria 111 della carriera e la leadership della classifica iridata. Valentino ora guida con 236 punti, con Jorge Lorenzo staccato di 12 punti a quota 224. Terzo è Marc Marquez fermo a 159 punti.

9 su 10 da parte di 34 recensori MotoGp, Valentino Rossi su Yamaha vince il Gp d’Inghilterra MotoGp, Valentino Rossi su Yamaha vince il Gp d’Inghilterra ultima modifica: 2015-08-30T16:17:06+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento