Bergamo, gli imprenditori Angelo e Alessandro Beretta picchiati e rapinati in casa

Una brutta disavventura per padre e figlio sequestrati in casa e picchiati da una banda di rapinatori. Angelo Beretta, 64 anni, commerciante nel settore della ceramica e il figlio Alessandro, 39 anni, sono stati aggrediti da 5 persone con il volto coperto da calzamaglia che sono entrati forzando la porta finestra del bagno. I banditi hanno legato loro le mani con delle fascette mentre l’abbaiare dei cani ha attirato l’attenzione dei vicini, che hanno chiamato il 112.

Mentre uno di loro teneva gli ostaggi sotto mira di una pistola e altri frugavano nei cassetti, uno dei malviventi chiedeva, con accento dell’est europeo, dove fosse la cassaforte. Visto che non la trovavano li ha picchiati selvaggiamente. I rapinatori sono infine riusciti a scappare con orologi, monili d’oro e denaro per 15 mila euro.

Lascia un commento