Il governo indiano ha ordinato il blocco di oltre 850 website pornografici

Bloccati tra gli altri i maggiori siti a luci rosse. L’azione del Governo ha scatenato un’ondata di proteste sui social network.

Il dipartimento delle Telecomunicazioni ha inviato una circolare ai maggiori fornitori di servizi internet, come Airtel e Vodafone, con una lista di 857 siti da oscurare.

Tuttavia, soltanto pochi operatori hanno attuato la disposizione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Il governo indiano ha ordinato il blocco di oltre 850 website pornografici Il governo indiano ha ordinato il blocco di oltre 850 website pornografici ultima modifica: 2015-08-03T08:57:36+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento