Si conferma l’emergenza disoccupazione in Italia

lavoroA rilevarlo sono i dati provvisori dell’Istat relativi a giugno che confermano l’emergenza disoccupazione in Italia. La situazione più preoccupante riguarda i giovani. Il 44,2% è senza lavoro, +1,9% su maggio. Si tratta del dato più alto dall’inizio delle serie storiche mensile e trimestrali, nel primo trimestre 1977. A livello globale il tasso di disoccupazione in Italia è cresciuto rispetto a maggio di 0,2 punti, arrivando al 12,7%.

Nei dodici mesi, l’aumento del numero dei senza lavoro è stato del 2,7% (+85 mila) e il tasso di disoccupazione è salito di 0,3 punti percentuali. Gli occupati, invece, sono calati dello 0,1% (-22 mila) su maggio e dello 0,2% (-40 mila) sull’anno precedente. Si tratta del secondo calo congiunturale degli occupati dopo quello di maggio (-0,3%). Ad aprile c’era stata una crescita dello 0,6%.

A giugno gli inattivi sono 131 mila in meno rispetto allo stesso mese del 2014 (-0,9%) e c’è un leggero calo anche rispetto a maggio (-0,1%). L’Istat osserva che l’aumento dei disoccupati negli ultimi 12 mesi (+85 mila) è “associato ad una crescita della partecipazione al mercato del lavoro, testimoniata dalla riduzione del numero di inattivi”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin