Barletta, confiscati 52 milioni a Savino Delvecchio

Il provvedimento è stato eseguito dai Carabinieria carico del pugliese ritenuto contiguo al clan mafioso “Cannito-Lattanzio” di Barletta, con precedenti per rapina, estorsione e usura.

La confisca di beni riguarda 29 terreni edificabili, 27 appartamenti, 62 garage, due società di costruzione, una società di smaltimento rifiuti, 10 capannoni industriali, due vigneti, 16 mezzi di trasporto e 15 conti correnti bancari.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento