Napoli, sequestrati 11 milioni di euro all’imprenditore Francesco Grassia

Apposti i sigilli dalla Dia a società, fabbricati e rapporti finanziari per all’incirca 11 milioni di euro all’imprenditore Francesco Grassia, 70 anni, arrestato nel 2000 e ritenuto legato alla fazione Zagaria del clan dei Casalesi.

Francesco Grassia forniva appoggio logistico agli affiliati al clan, riscuoteva il pizzo, ne investiva i proventi e importava armi dalla ex Jugoslavia, tra cui a fucili a pompa, bombe a mano e mitragliatori silenziati.

Lascia un commento