L’Aquila, inchiesta di Ultimo sul post terremoto 5 arresti

Arresti domiciliari per 5 persone, un obbligo di dimora e 13 avvisi di garanzia. E’ il bilancio di “Redde rationem”, l’operazione dei Carabinieri nei confronti di imprenditori ed ex amministratori locali dell’Aquila nell’ambito degli appalti per la ricostruzione post-terremoto.

A svolgere le indagini è stato il colonnello Ultimo, l’ufficiale dei Carabinieri che arrestò Totò Riina.

Tra le figure di spicco coinvolte, anche un ex consigliere comunale.

Lascia un commento