Napoli, il capitano Ultimo scopre maxi spaccio di banconote false 28 indagati

Tra i 28 indagati figura anche il giudice del Tar del Lazio Franco Angelo Maria Bernardi. L’indagine dei Carabinieri del capitano “Ultimo”, che arrestò Totò Riina, è durata anni.

I militari del Comando Tutela Ambiente, coordinati dalla procura di Napoli, hanno smantellato una presunta organizzazione a delinquere di stampo camorristico, specializzata nello spaccio di banconote provento di reato e titoli di stato stranieri contraffatti per miliardi.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento