Livorno, Harborea festa delle Piante e dei giardini d’Oltremare

È pronta per il quinto appuntamento con Livorno,  Harborea – festa delle piante e dei giardini d’Oltremare, mostra mercato di giardinaggio che nel secondo fine settimana di ottobre ( dal 9 all’11 ottobre) animerà il parco di Villa Mimbelli, sede del Museo Civico Giovanni Fattori. Consolidata la formula, le socie del Garden Club di Livorno che hanno creato il format e lo alimentano da cinque anni con entusiasmo, creatività e competenza, stanno lavorando con il Comune perché Harborea sia un evento capace di far crescere in città l’amore per il verde, la cura dei giardini, la cultura botanica, la conoscenza di quante e quali piante, spesso giunte sino a noi con viaggi avventurosi, sono strettamente intrecciate a tanti momenti della nostra vita quotidiana, indispensabili per fornire ossigeno e cibo, oltre che un’impagabile risorsa di bellezza. Questa quinta edizione segna la definitiva conferma della formula e della sua bontà, calandola però sempre più nel tessuto umano e culturale della città.

Nel caffé letterario del venerdì, come è ormai consuetudine dedicato alle conversazioni e ai libri che hanno per tema la rosa, quest’anno verrà dato spazio alla presentazione del libro “Le rose di Lashkargah” , testimonianza del fisioterapista livornese Paolo Piagneri durante i mesi di lavoro all’ospedale di Emergency nella città di Lashkargah, nell’Afghanistan meridionale. Ad Harborea il caffé letterario di venerdì 9 ottobre racconterà dunque le rose come messaggere di serenità, ma anche come i rosai prodotti in Italia arrivino sino a Kabul, proprio di fronte all’Accademia delle Arti dove, su iniziativa di Karzai, sono serviti per vestire il giardino della pace e della speranza. Sempre venerdì si svolgerà la premiazione della prima edizione di Viviverde San Jacopo, il concorso per vestire di verde il quartiere in cui si trova Villa Mimbelli, ispirato proprio da Harborea e caldeggiato dal Garden Club Livorno come estensione nello spazio e nel tempo delle finalità della manifestazione.

“Le singole gocce possono diventare un mare – dice Marcella Montano Musetti, presidente del Garden Club Livorno – e noi ci ingegniamo piano piano a far diventare un mare di verde le singole iniziative che, nel tempo, organizziamo o appoggiamo. Abbandonato da anni e non più utilizzabile, il teatrino di fine Ottocento nel parco di Villa Mimbelli ritroverà molto presto nuova vita grazie al finanziamento con gli incassi di Harborea e all’opera di sensibilizzazione sulla conservazione dei beni della città che abbiamo svolto in questi cinque anni, coinvolgendo così uno sponsor che con generosità ha messo a disposizione un contributo importante ad integrazione del nostro. Questi fondi, insieme al contributo del Comune, consentiranno di iniziare i lavori di restauro del teatrino di Villa Mimbelli”. Conclude la presidente del Garden Club Livorno: “Ci piace pensare che il verde promuove anche gli incontri umani e la crescita collettiva. Con questa edizione ne daremo ulteriore prova”.

Dal 9 all’11 ottobre prossimo Harborea richiamerà a Livorno espositori e visitatori di tutta Italia e offrirà agli appassionati di giardinaggio livornesi, ai bambini, ai curiosi, ai frequentatori di eventi culturali un’occasione di crescita e di svago con le piante. Sono già confermate le lezioni di composizione floreale che tanto successo hanno riscosso nelle passate edizioni, l’attività di animazione per i bambini nella limonaia della villa ora adibita a ludoteca, la presenza di personaggi del verde della scena nazionale (dal maestro giardiniere bolognese Carlo Pagani alla giornalista Rossella Sleiter e all’esperto di alberi romano Antimo Palumbo, animatore della seguitissima pagina facebook “Amici degli alberi”). E, come è ormai tradizione ad Harborea, momenti di musica e danza accompagneranno l’esposizione di piante e fiori e le attività del caffé letterario.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento