Savona, lite a bottigliate nei pressi di un bar morto nordafricano

Un tunisino di 33 anni ha perso la vita nel corso di una lite finita a bottigliate degenerata nei pressi di un bar a Savona. Il diverbio, avvenuto con due suoi connazionali senza fissa dimora, sarebbe scoppiato a causa di un debito.

I tre si sono affrontati armati di cocci di bottiglie seminando il panico tra i clienti di un adiacente stabilimento balneare in cui era in corso una festa.

Uno dei due tunisini è rimasto ferito in modo non grave mentre il terzo è stato prima fermato dai Carabinieri e poi arrestato per omicidio volontario.

Ad uccidere la vittima sarebbe stata una profonda ferita al braccio, inferta quasi certamente con una bottiglia spezzata, che gli ha reciso un’arteria.

Lascia un commento