Firenze, realizzazione del Parco del Mensola al via gli interventi per aumentare la sicurezza idraulica

Primo passo per la realizzazione del Parco del Mensola. Il Comune e il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno attiveranno tra la fine di giugno e l’inizio di luglio la campagna di indagini conoscitive necessarie per la progettazione degli interventi lungo il torrente Mensola. Si parte dalla mitigazione delle problematiche relative alla sicurezza idraulica del corso d’acqua per giungere alla realizzazione di un ampio parco urbano che vuole integrare la fruibilità pubblica con la sicurezza idraulica e la riqualificazione del corso d’acqua.
Tutto ha avuto inizio lo scorso agosto quando, dopo una lunga fase di programmazione, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra Regione, Provincia e Comune di Firenze, Autorità di Bacino del Fiume Arno e Consorzio di Bonifica Medio Valdarno per la redazione del ‘progetto preliminare delle opere per la mitigazione del rischio idraulico sul torrente Mensola’. Il protocollo ha riconosciuto il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno quale ente attuatore della progettazione preliminare, ha individuato l’oggetto della progettazione, le tempistiche per la redazione del progetto ed ha autorizzato il Consorzio all’accesso alle proprietà pubbliche e private necessario per indagini, accertamenti e rilievi propedeutici.
Tra gli scopi principali degli interventi, tra loro integrati e coordinati, quello di aumentare la sicurezza idraulica delle aree urbane sottese al corso d’acqua attualmente esposte a rischio idraulico; inserire gli interventi di mitigazione del rischio idraulico nel contesto del parco del Mensola, migliorare lo stato ecologico del corso d’acqua e tutelare ed incrementare gli ecosistemi e la biodiversità in linea con le normative europee. Saranno anche realizzate una serie di piccole aree ad alta biodiversità necessarie alla ricostituzione degli habitat lungo le sponde del corso d’acqua, collegati da un percorso didattico per l’osservazione botanica e della fauna. L’intero intervento si configurerà come una vera e propria infrastruttura verde così come certificato dall’Autorità di bacino del fiume Arno. Tutti questi progetti potranno essere finanziati dal Ministero sulla base dei contenuti del cosiddetto decreto ‘Sblocca Italia’ che prevede, tra l’altro, procedure più veloci per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico con particolare riferimento al finanziamento di opere urgenti di sistemazione idraulica dei corsi d’acqua nelle aree metropolitane interessate da fenomeni di esondazione e alluvione.

Lascia un commento