Milano, Area P. a Palazzo Marino omaggio a Mahmud Darwish

Domenica 14 giugno, alle ore 10.30, torna la rassegna letteraria “Area P, Milano incontra la poesia”, promossa dal Comune di Milano. Palazzo Marino, si apre alla città per l’omaggio al poeta palestinese Mahmud Darwish. Il testo sarà letto integralmente in forma di concerto da Anna Delfina Arcostanzo e Marco Gobetti, con musica dal vivo di Beppe Turletti. Il poeta irakeno Fawzi-al-Delmi, esperto di poesia araba, traduttore di Adonis e dello stesso Darwish, presenterà l’autore e leggerà alcuni brani in lingua originale.

Mahmoud Darwish (1941-2008) è stato il più grande poeta e scrittore palestinese. Autore di oltre venti raccolte di poesie, è stato giornalista e direttore della rivista letteraria “al-Karmel” (il Carmelo). Impegnato anche politicamente per la difesa del suo popolo, è scomparso prematuramente in seguito a un intervento cardiaco.

“Stato d’assedio” è un testo (come lo ha definito lo stesso autore) elaborato a Ramallah nel gennaio 2002, nelle settimane in cui la città era assediata dalle truppe israeliane. Non si tratta solo di un resoconto poetico dell’assedio in sé, quanto del racconto dello stato di assediati in cui molte migliaia di palestinesi si trovano a vivere. “Stato d’assedio” è un esempio di quella “poesia della resistenza” che tenta di dare anche al nemico, oltre che a se stessi, un volto umano, e che si inscrive pertanto nella poesia della “resistenza umana”.

“Ascoltare i versi di questo straordinario poeta palestinese ci porta immediatamente nel cuore di una tragedia e ci fa testimoni della sofferenza di un intero popolo – ha detto il Presidente del Consiglio comunale Basilio Rizzo -. E questo grazie ad Area P, che è un appuntamento immancabile e ormai apprezzatissimo dagli amanti della poesia e della cultura per l’originalità delle opere che ogni volta vengono presentate ai milanesi”.

“La poesia ha una capacità evocativa straordinaria e permette a tutti di diventare testimoni dei vissuti tragici di chi è coinvolto dalla guerra. Parlare di guerra, delle tragedie della guerra di ieri e di oggi non è sempre semplice, per il portato di sofferenza che la memoria degli eventi tragici della storia porta con sé – dichiara Filippo Del Corno, assessore alla Cultura –. La poesia ha anche una forte componente sociale perché parla e risveglia la nostra più profonda umanità e consente perciò a tutti avvicinare temi come quello della guerra oltre che essere un veicolo straordinario di memoria. Ancora una volta Area P porta i versi di importanti artisti direttamente nel cuore della città permettendo al pubblico di apprezzare lo straordinario valore culturale di questa forma d’arte”.

“Area P. Milano incontra la poesia” è un’iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio comunale e dall’assessorato alla Cultura del Comune di Milano: poeti, editori e attori dedicano un’ora alla poesia, una domenica al mese, leggendo componimenti in versi, interpretando un autore o una scelta di brani. L’ingresso in Aula consiliare è gratuito fino a esaurimento posti. Per maggiori informazioni: 02884.50300-50312 oppure: franca.schiavon@comune.milano.it oppure presidenzacc@comune.milano.it.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento