Orienteering, Slackline e Parkour: divertimento e spettacolo agli Eporedia Active Days

Come ogni anno, agli EAD ciò che non manca sono lo spettacolo, il divertimento e le emozioni. Non solo grazie alle prove competitive, ma anche con le esibizioni e le nuove discipline inserite nel programma.
Verrà riproposta la prova di Orienteering, che si svolgerà sabato 13 giugno e ha in serbo diverse interessanti novità rispetto alla scorsa edizione. La gara si potrà svolgere con diverse formule: duathlon (bici e corsa, individuale o staffetta), in mountain bike o di corsa (individuale o in gruppo). La prova consiste nel compiere un percorso indicato su una cartina molto dettagliata, indicato da “punti di controllo” (lanterne) da cui il concorrente deve passare obbligatoriamente in ordine numerico. A seconda della lunghezza del percorso che si sceglierà di affrontare e quindi del numero di lanterne presenti sul tracciato stesso, i partecipanti potranno decidere se affrontare la prova per “agonisti”, più complessa, o quella più semplice per “esordienti”. Sarà comunque una prova per tutti, per appassionati e atleti di ogni età e livello di preparazione. Infatti, va ricordato che l’Orienteering è una disciplina nella quale la preparazione fisica non è la base, in quanto è necessario possedere anche un ottimo senso dell’orientamento e capacità di scelta e ragionamento. La prova è organizzata dall’associazione Orientamondo di Ivrea e si svolgerà nel centro storico della città per la parte di corsa, sulla riva destra della Dora per la parte in MTB.
Sabato 13 e domenica 14 giugno andrà in scena la grande novità degli EAD 2015: l’esibizione di Slackline. Lo Slacklining è un esercizio di equilibrio e bilanciamento dinamico: consiste nel camminare e fare evoluzioni su una fettuccia in poliestere larga tra i 2,5 e i 5 cm, tesa tra due punti. Da alcuni definita “funambolismo moderno” tale pratica è uno sport a tutti gli effetti con le sue varie specialità: Long, Trick, Water, High. Lo Slackile non deriva dal mondo del circo come si potrebbe immaginare, bensì dall’ambiente dell’arrampicata. Gli scalatori della Yosemite Valley in California, negli anni ‘70, iniziarono ad allenare il loro equilibrio in questo modo nei giorni di riposo. Lo Slacklining da allora si è sempre più sviluppato fino ad avere un vero e proprio boom negli ultimi 10 anni, soprattutto negli Stati Uniti, in Brasile e in Europa in paesi come Germania, Francia, Svizzera e Austria. L’esibizione presentata agli EAD sarà organizzata da Torino sul Filo, un’associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro, affiliata UISP e riconosciuta dal CONI, aperta a tutti coloro che ne volessero fare parte. Verrà installata una trickline, ovvero una linea che permette svariate acrobazie. Ci saranno due esibizioni durante le due giornate e verrà installata anche una linea per principianti che permetterà ai più curiosi di provare l’equilibrio su una fettuccia larga 5 cm.
Anche il Parkour sarà protagonista, nelle giornate di venerdì, sabato e domenica. Dopo l’ottimo successo degli scorsi anni con esibizioni che avevano entusiasmato il pubblico degli EAD, il comitato organizzatore, grazie alla collaborazione di Ivrea Parkour, ha voluto proporre qualcosa di nuovo e di ancora più coinvolgente. Per l’edizione 2015 si è deciso di dare un volto nuovo all’evento organizzando due workshop guidati, tenuti da alcuni dei maggiori esponenti del panorama taliano del Parkour: Ivan Nikodimovich (Parkour Torino) e Flavio De Marianis (Explore ADD & Parkour). Durante tutti e tre i giorni sarà possibile esercitarsi con gli spot cittadini o saltare sulla struttura inedita che anche quest’anno è stata allestita presso lo Stadio della Canoa. Domenica pomeriggio si potrà partecipare alla “Gita al lago Sirio”, per fare due tuffi dalla piattaforma. La partecipazione ai workshop è libera e gratuita.
Spettacolo, adrenalina, divertimento e agonismo: anche quest’anno gli EAD sono pronti a stupirvi!

Lascia un commento