B.B. King è stato avvelenato da LaVerne Toney e Myron Johnson

Non c’è pace per il musicista morto a Las Vegas il 15 maggio all’età di 89 anni. Due delle figlie della leggenda del blues, Karen Williams e Patty King, accusano due stretti collaboratori del musicista.

Le due donne sostengono che il padre è stato avvelenato dal business manager di B.B. King, LaVerne Toney, e l’assistente personale Myron Johnson.

BB King

Il tutore legale del patrimonio di B.B. King ha definito i sospetti di avvelenamento avanzati da due sue figlie “ridicoli”. La Polizia di Las Vegas ha smentito di avere avviato alcuna indagine per omicidio.

L’avvocato Brent Bryson ha reso noto che tre medici hanno verificato che il musicista ha ricevuto cure appropriate 24 ore al giorno e che è stato monitorato da specialisti “fino a che non è deceduto tranquillamente nel sonno”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento