Pesaro, lancio di una decina di uova e pomodori contro Matteo Salvini

Il leader della Lega Nord contestato in piazza del Popolo a Pesaro da una quarantina di militanti dei centri sociali, che hanno coperto di grida e insulti il suo comizio urlando slogan contro i ”fascisti e i razzisti”.

La Polizia, in assetto antisommossa, non è dovuta intervenire, e Matteo Salvini ha parlato ad una ventina di metri di distanza dai contestatori, sul cassone di un pullmino.

Lascia un commento