Il tirolese Wolfgang Spadinger è il nuovo console generale d’Austria a Milano

Oggi ha compiuto le prime visite istituzionali in Alto Adige incontrando il presidente della Provincia Arno Kompatscher, il vice Christian Tommasini e l’assessora Martha Stocker.

Wolfgang Spadinger, una carriera diplomatica con esperienze nelle ambasciate d’Austria di Bucarest, Sofia, Ottawa e Madrid, è stato nominato nuovo console generale a Milano e successore di Sigrid Berka. Oggi è giunto a Bolzano per una serie di presentazioni istituzionali: ha incontrato il presidente della Provincia Arno Kompatscher, il vice Christian Tommasini e l’assessora Martha Stocker. Nel colloquio con il Presidente si è parlato dei rapporti Roma-Bolzano e Kompatscher ha ragguagliato il Console sui prossimi passi per il consolidamento dell’autonomia speciale, anche alla luce della recente visita del premier Renzi e del memorandum concordato su norme di attuazione e tavoli Stato-Provincia. Si è parlato ovviamente anche di Expo Milano 2015, che per l’Alto Adige si è già rivelata un successo, sia per la massa di visitatori allo stand che per le 60 aziende locali coinvolte nei lavori dei vari padiglioni con commesse per 150 milioni di euro.

Nell’incontro con Tommasini Spadinger si è informato in particolare sulla collaborazione tra i gruppi linguistici in Alto Adige e Tommasini ha illustrato le numerose iniziative del suo Dipartimento per promuovere la crescita della collaborazione tra i giovani dei gruppi linguistici anche attraverso i progetti nell’ambito dell’Euregio, la promozione di Uploads, che coinvolge gruppi musicali altoatesini, tirolesi e trentini, e il Treno della memoria a cui partecipano giovani delle scuole superiori di lingua italiana e tedesca. Una maggiore vicinanza tra i giovani dei due gruppi linguistici, sia a livello scolastico che extrascolastico, e il plurilinguismo sono temi strategici e fondamentale in questo ambito, così Tommasini, è anche l’ottima collaborazione con il suo omologo di lingua tedesca, l’assessore Philipp Achammer. Un passo in avanti importante in questo senso è stato rappresentato dalla creazione del percorso di storia condivisa sotto al Monumento alla Vittoria. Sono in atto inoltre contatti con le Università di Bolzano, Trento ed Innsbruck per consentire ai docenti altoatesini di conseguire una specifica formazione con la metodologia CLIL che potrà svolgere un ruolo fondamentale per rafforzare il plurilinguismo dei giovani.

Con l’assessore Stocker il discorso ha riguardato in particolare le questioni più attuali dell’accoglienza dei profughi in cui tutta l’Europa è chiamata a fare la sua parte e dell’integrazione. A conclusione dell’incontro Spadinger ha voluto complimentarsi con l’assessora competente per lo sport, visto che l’Alto Adige può contare su calciatrici così brave da aver conquistato la promozione in serie A.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento