Prato, call for Spin off trasformare l’idea in un’impresa

L’Incubatore Universitario Fiorentino ha lanciato il decimo bando rivolto ai gruppi di progetto che intendono usufruire della pre-incubazione, un percorso di consulenza e assistenza nella stesura del piano d’impresa, che dura sei mesi. L’obiettivo è di far emergere e poi far evolvere i risultati della propria ricerca in forme imprenditoriali, fino all’attivazione di spin-off, cioè start-up innovative riconosciute dall’Università in quanto connesse al mondo della ricerca in una o più fra tutte le specializzazioni culturali, scientifiche, tecnologiche presenti in ateneo.
Il nuovo bando verrà presentato presso la sede di Prato dell’Università di Firenze giovedì 14 maggio, alle ore 10.00 in Aula Blu (piano terra). Oltre alla presentazione del decimo bando, è prevista la presentazione di tre challenges tematici promossi in collaborazione con General Electric O&G. I challenges sono settori di ricerca specifici dove c’è un maggiore interesse da parte dell’azienda a collaborare con l’Università per l’attivazione di Spin off e sono: saldatura manuale servo-assistita; sviluppo di sistemi di rilievo di caratteristiche chimico-fisiche di aria, gas naturale e olii; testing e validazione di software di controllo per applicazioni industriali. Durante la presentazione interverranno Massimo Canalicchio, Incubatore Universitario Fiorentino e Silvio Sferruzza, General Electric O&G.
Il decimo bando IUF scade il 25 maggio ed è rivolto a gruppi di progetti imprenditoriali di qualsiasi linea settoriale purché connessi alla ricerca. Tutti i gruppi selezionati usufruiranno per sei mesi di: training imprenditoriale; supporto consulenziale; logistica, servizi di accoglienza, informazioni e visibilità via web. I gruppi dei settori (Ingegneria, Ottica, Chimica, Fisica) selezionati sulla base delle tre challenges individuate da GE avranno un supporto specifico da parte dei manager di GE durante il periodo di pre incubazione.

Lascia un commento