A Fermo 112 violini da tutto il mondo

La macchina organizzativa del Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini” scalda i motori per la sua XXII edizione che prenderà il via il prossimo 23 maggio nello splendido scenario del Teatro dell’Aquila di Fermo. Una settimana no stop che culminerà sabato 30 con il concerto finale dei vincitori di questa nuova edizione.

Dato definitivo vuole che siano ben 112 i musicisti di 31 nazionalità diverse che da tutto il mondo voleranno a Fermo per sfidarsi a suon di melodia: 10 per la categoria A (dagli 8 agli 11 anni), 28 per la categoria B (dai 12 ai 16 anni), 17 per la C (dai 17 ai 21 anni) e 57 per la D (dai 22 ai 35 anni).

Scorrendo i nomi dei concorrenti (consultabili online su concorsopostacchini.com), si scorge una vecchia conoscenza del Concorso Postacchini. Torna infatti per la sesta volta al Teatro dell’Aquila, un aficionado della competizione, Yann Passabet Labiste, quest’anno nella categoria D. L’obiettivo del talento francese insignito di numerosissimi premi internazionali è salire sul podio per quella che è l’ultima partecipazione alla kermesse fermana causa il raggiungimento del limite d’età imposto dal concorso.

Tra i 10 giovanissimi concorrenti della categoria A, una sola italiana in gara, la più piccola della XXII edizione, Alida Shahrazad Igbaria di 8 anni. Accanto a lei i concorrenti provenienti da Turchia, Usa, Germania, Austria, Mongolia, Francia, Giappone e Belgio.

La manifestazione, punta di diamante delle attività culturali organizzate dall’Antiqua Marca Firmana, associazione di promozione sociale senza scopi di lucro, vuole essere una prestigiosa vetrina per i talenti nazionali e internazionali del violino. Lo stesso M° Francesco De Angelis, presidente delle giuria della scorsa edizione e protagonista nei due concerti per l’Expo trasmessi dalla Rai, ha sottolineato come “Al Postacchini tutto ruota intorno ai giovani talenti del violino che a Fermo hanno la possibilità di esprimersi al meglio in una competizione sana e senza pregiudizi di alcun tipo e natura.”

Quello che muove da oltre 20 anni gli organizzatori della manifestazione è, come si legge dallo statuto, la promozione di attività culturali al fine di raggiungere una sempre migliore comprensione delle problematiche umane, artistiche e scientifiche. A questo si aggiunge la valorizzazione di talenti musicali, nazionali ed internazionali, del fermano e del suo territorio.

Un sostegno alla cultura musicale che da oggi accoglie il gentile contributo di tutti gli amanti della musica, del violino e della prestigiosa manifestazione che porta nel mondo il nome di Fermo e del nobile concittadino, il liutaio Andrea Postacchini. È possibile infatti donare il 5×1000 all’associazione promotrice del premio, l’Antiqua Marca Firmana (codice fiscale 90013210449).

Un contributo prezioso per il Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini”, appuntamento fisso della città di Fermo che offre a tutti i suoi cittadini, mantenendo la gratuità dell’ingresso a teatro, il piacere di gustare una serata di musica internazionale di altissimo livello.

9 su 10 da parte di 34 recensori A Fermo 112 violini da tutto il mondo A Fermo 112 violini da tutto il mondo ultima modifica: 2015-05-05T08:21:35+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento