Todi, litiga con il fratello il pilota Alitalia Maurizio Foglietti spara contro il tavolo

L’uomo è stato denunciato dai Carabinieri di Todi per aver sparato 3 colpi di pistola in casa, la sera di Pasqua, al culmine di una lite con il fratello. Il fatto si è verificato nell’abitazione dell’anziana madre del cinquantenne, in via Polinori. A scatenare il gesto è stata una discussione che il comandante ha avuto con il fratello maggiore in presenza dell’anziana madre per motivi legati a questioni familiari.

Il pilota, come conferma la procura di Spoleto competente per territorio, è stato denunciato per minacce aggravate e danneggiamento aggravato. I Carabinieri, che gli hanno sequestrato la pistola, regolarmente detenuta, hanno poi trasmesso la denuncia all’Alitalia.

La compagnia di bandiera ha sospeso immediatamente il pilota segnalato dalla Procura di Spoleto per aver sparato nel corso di una lite.

Il pilota dell’Alitalia denunciato dalla procura di Spoleto per minacce gravi e danneggiamento aggravato per aver esploso dei colpi di pistola in casa dell’anziana madre domenica scorsa a Todi è il comandante del volo che il 14 febbraio scorso trasportò per il primo viaggio da Roma a Palermo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il pilota è stato fotografato insieme al presidente in una foto che quel giorno venne divulgata dalla stessa Alitalia sul suo profilo Twitter.

“Non sono di competenza di questo ufficio le valutazioni concernenti l’idoneità del sig. Foglietti al servizio svolto per l’Alitalia”. È quanto puntualizzato dal procuratore della Repubblica di Spoleto Alessandro Cannevale, in una nota stampa in cui fornisce precisazioni in merito all’episodio avvenuto domenica sera a Todi che ha per protagonista un pilota della compagnia di bandiera, Maurizio Foglietti, che, al culmine di una lite familiare, ha preso la pistola regolarmente detenuta e ha sparato tre colpi contro un tavolo.

“Al fine di evitare il diffondersi di notizie non rispondenti al vero – scrive il procuratore capo di Spoleto – si comunica che le indagini in corso per ricostruire la dinamica dei fatti muovono dalle ipotesi si minaccia grave e di danneggiamento aggravato, reati che non consentono l’adozione di misure cautelari o interdittive. Eventuali accertamenti sullo stato di salute delle persone coinvolte nell’episodio potranno essere condotti, laddove se ne ravvisi la necessità per i soli riflessi di natura penale”. Maurizio Foglietti è stato denunciato e la pistola, regolarmente detenuta, gli è stata sequestrata.

Lascia un commento