Foglianise, trovato morto Antonio Tedino sospettato dell’omicidio di Marcella Caruso

Il corpo è stato trovato in un pozzo nelle campagne. Sarebbe l’assassino della commerciante madre di tre figlie, uccisa giovedì con un forchettone da cucina. L’ipotesi è quella del suicidio.

Sarebbe stato il suicidio del presunto killer l’ultimo atto della tragedia cominciata con un litigio durante il quale Marcella Caruso è stata colpita più volte con un forchettone da cucina. Dopo l’aggressione, il presunto assassino è fuggito nelle campagne a bordo di una “Skoda Fabia”, ma ha urtato contro con un palo della luce ed è rimasto ferito. Tracce di sangue sono state trovate dai Carabinieri del Comando Provinciale di Benevento sull’airbag dell’auto.

Marcella Caruso era sposata con un sottufficiale di Marina che lavora a Napoli, e aveva tre figlie di 17, 16 e 12 anni, con le quali viveva in un condominio in via San Rocco. Sono state proprio le figlie, al ritorno da scuola, a trovare la madre priva di vita, seminuda e in una pozza di sangue nella camera da letto dell’abitazione. Marcella Caruso potrebbe essere stata picchiata prima della morte. Lo lascerebbero pensare alcuni segni trovati sul corpo.

La zona intorno a Foglianise, nella Valle di Vitulano, è boscosa e questo ha reso più difficili le ricerche. Con il passare delle ore tra gli investigatori si è fatta strada la convinzione che l’uomo potesse aver deciso di togliersi la vita. L’epilogo confermato dal ritrovamento del cadavere.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin