Vicenza Haru no Kaze – Vento di primavera dal 20 al 29 marzo

Haru no KazeCon l’arrivo della bella stagione giunge in città “Haru no Kaze – Vento di primavera – Il Giappone a Vicenza”, appuntamento ormai consolidato che si propone di diffondere e far conoscere la cultura giapponese.

Organizzato dall’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza in collaborazione con l’associazione Ukigumo, con il patrocinio del Consolato generale del Giappone a Milano e dell’Istituto giapponese di cultura, si terrà dal 20 al 29 marzo e proporrà come di consueto un fitto numero di appuntamenti che saranno graditi non solo agli appassionati e ai cultori delle arti e della cultura nipponica ma anche a tutti coloro che ne sono attratti e vogliono approfondirne la conoscenza.

Il festival è stato presentato a palazzo Trissino dal vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci, da Paola Bordignon, presidente associazione Ukigumo, e da Mario Sonsini, responsabile organizzativo del festival.

“Siamo felici di continuare ad ospitare il festival Haru no Kaze, manifestazione in cui crediamo e lo dimostra il fatto che anche quest’anno, nonostante le ristrettezze del bilancio, la sosterremo economicamente con un contributo che, rispetto alla precedente edizione, abbiamo deciso di aumentare, seppur lievemente – ha dichiarato il vice sindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci -. Inoltre abbiamo già proposto il filo conduttore per la prossima edizione: si parlerà di guerra, vista la concomitanza con il centenario della Grande Guerra che ha coinvolto il nostro paese e che potrebbe essere uno spunto per sviluppare il tema dei kamikaze con un focus in un altro periodo storico. La cultura Giapponese abbiamo visto che attrae molti appassionati ma anche curiosi che sono certo potranno trovare in questa manifestazione la proposta di temi tipici della cultura giapponese nel totale rispetto delle tradizioni del paese che le ha generate. Pertanto intendiamo proseguire con il sodalizio culturale con il Giappone come del resto già avviene anche su altri fronti: il prossimo 29 marzo, infatti, il Teatro Olimpico ospiterà un concerto di giovani musicisti giapponesi, sodalizio che da alcuni anni vede coinvolte l’accademia musicale del Veneto e l’associazione Italio-Giapponese. Inoltre Vicenza potrebbe aprire un dialogo con l’oriente anche su altri fronti: stiamo infatti lavorando per creare un confronto tra esperienze artistiche”.

Il festival prenderà il via il 20 marzo, giorno in cui verrà inaugurata la mostra di pittura contemporanea ”Continuance of the dream” (“Il Sogno continua”) alla stamperia d’arte Busato, in contra’ Porta Santa Lucia 38, alle 18.30. Ingresso libero. La mostra rimarrà aperta fino al 29 marzo da martedì a venerdì dalle 17 alle 19, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19. Chiuso il lunedì.

Gli artisti che espongono sono uniti dalla medesima convinzione della propria forza espressiva e della funzione dell’artista come Vate di un possibile pensiero positivo per il futuro: ognuno peculiare ma incredibilmente efficace.

La mostra è a cura di: Shinya Sakurai, Maurizio Colombo e associazione Ukigumo con Shizuaki Yano, Norio Kajiura, Toshiro Yamuchi, Yoshiko Suzuran, Shinya Sakurai, Marco Jaccond, Giampaolo Truffa, Theo Gallino, Vittorio Valente, Marco Cordero.

“Il sogno continua” è la naturale evoluzione del cammino artistico intrapreso sette anni fa che ha contraddistinto la manifestazione Haru No Kaze. L’essere umano ha bisogno di sognare e di continuare a sognare: attraverso questo stato nasce l’entusiasmo, la credenza e la determinazione per realizzare ciò che amiamo. Il sogno è la linfa vitale che ci sostiene. La selezione degli artisti presenti quest’anno manifesta l’elevato tenore artistico e poetico delle loro esperienze estetiche, rivelando lo status esclusivamente umano di uno stato mentale, che non ha uguali in natura, di una fisica urgenza di affidarsi all’utopia. L’ideale inteso come motore inesauribile per un futuro possibile.

Sabato 21 marzo prenderanno il via i primi laboratori.

Dalle 15 alle 18.30 si potrà conoscere la cucina giapponese con l’appuntamento “Impariamo a fare i sushi” a cura della signora Kihara: appuntamento al Ristorante Le Rouge all’Hotel De La Ville in viale Verona 12. E’ richiesta iscrizione entro giovedì 19 marzo: posti limitati.

Al Polo Giovani B55, in contra’ Barche 55, dalle 15 alle 19 (anche il 22 marzo dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18) si potrà ammirare “Ikebana: esposizione” e partecipare al laboratorio continuativo di Ikebana Scuola Sogetsu a cura delle classi di Vicenza, Mantova e Modena.

La signora Funakoshi introdurrà alla lingua giapponese al Polo Giovani B55: alle 16 si terrà la 1ª sessione, alle 17.15 la 2ª sessione. Prenotazioni entro venerdì 20 marzo: posti limitati.

Domenica 22 marzo dalle 9.45 alle 13, al Polo Giovani B55, contra’ Barche 55, gli “Amici del Bonsai” di Marostica terranno un laboratorio di lavorazione del bonsai. Iscrizione entro giovedì 19 marzo: posti limitati.

“Proviamo lo Shiatsu” è la proposta della Scuola Nagaiki Shiatsu Vicenza che offre una lezione introduttiva dalle 15 alle 17.30 nella sede dell’associazione Ukigumo in piazzale Giusti 23 (ex Scuole Giusti, 1º piano interno 6). I posti sono limitati pertanto è richiesta la prenotazione.

Il laboratorio di origami sarà curato dalla signora Yuko Sato alle 15.30 (1ª sessione) e alle 16.45 (2ª sessione) al Polo Giovani B55, contra’ Barche 5. I posti sono limitati pertanto è richiesta la prenotazione. Il laboratorio verrà ripetuto sabato 28 marzo con gli stessi orari

Lunedì 23 marzo sarà dedicato alla proiezione del film di animazione “Si alza il vento” (2014) di Hayao Miyazaki, alle 20.30 nella Saletta Lampertico del Cinema Odeon, corso Palladio 186. Il film è in lingua italiana. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Martedì 24 marzo, alle 20.30, è in programma Zazen – “Sedere nel Silenzio”, pratica di meditazione Zen nella sede dell’associazione Ukigumo, piazzale Giusti 23 (1º piano interno 6 ex Scuole Giusti). Aperta a tutti, è richiesta la prenotazione (posti limitati).

Mercoledì 25 marzo nella sede dell’associazione Ukigumo, dalle 15 alle 18, “Shiatsu: trattamenti di shiatsu” a cura della Scuola Nagaiki Shiatsu Vicenza. Incontro aperto a tutti, è richiesta la prenotazione (posti limitati).

Alle 20. 45 ai chiostri di Santa Corona, in contra’ Santa Corona 4, si terrà una conferenza di cultura giapponese, a cura delle associazioni Ukigumo e Loriente dal titolo “Il bello e il naturale. Estetica e arte fra Europa e Oriente”: relatore Marcello Ghilardi, ricercatore presso il dipartimento di Filosofia dell’Università di Padova.
Aperta a tutti fino ad esaurimento posti.

Giovedì 26 marzo alle 20.15 si potrà gustare una cena giapponese con l’iniziativa “Il Giappone a Tavola”, al Ristorante Le Rouge dell’Hotel De La Ville in viale Verona 12. Prenotazione entro lunedì 24 marzo.

Venerdì 27 marzo alle 20.45 è in programma una nuova conferenza sulla cultura giapponese a cura della associazioni Ukigumo e Loriente ai Chiostri di S. Corona: “La bevanda del Risveglio: tè e Buddhismo nella Cina medievale”.
Relatore Livio Zanini, presidente dell’associazione Italiana Cultura del Tè.
Aperta a tutti fino ad esaurimento posti.

Lo Shatsu ritorna il sabato 28 marzo con una dimostrazione dei trattamenti a cura della Scuola Nagaiki Shiatsu Vicenza, dalle 10 alle 13, nella sede dell’associazione Ukigumo in piazzale Giusti 23 (ex Scuole Giusti, 1º piano interno 6). Aperti a tutti, è richiesta la prenotazione.

Il gruppo Veneto Go propone il Gioco del Go alle 13.30 (1ª sessione), alle 15.30 (2ª sessione) e alle 17.30 (3ª sessione) al B55 Polo Giovani, contra’ Barche 55. Aperto a tutti, è richiesta la prenotazione.

Una lezione introduttiva di Ikebana della Scuola Sogetsu sarà curata dall’associazione Ukigumo dalle 14.30 alle 17 al B55 Polo Giovani. Iscrizione entro giovedì 27 marzo.

Il 28 marzo alle 20.45 di terrà un grande evento musicale al Teatro Comunale di Vicenza, viale Mazzini 39, dopo l’enorme successo riscosso lo scorso anno dall’evento “La bellezza del Giappone e noi”. Quest’anno sarà la volta del concerto di musica giapponese: “Duo di Shakuhachi in concerto”, a cura dell’associazione Ukigumo, con Daniel Seisoku Lifermann e Fiore Seichiku De Mattia. Presenta Roberto Sallustio.

Lo shakuhachi (flauto in bambù tipico della musica tradizionale giapponese), con le sue sonorità particolari e ammalianti, è capace di creare delicate suggestioni che rendono l’ascolto quasi magico, pervaso da quell’eleganza che contraddistingue tutte le arti giapponesi. Biglietto unico 5 euro.

Prevendita: Banca Popolare di Vicenza o biglietteria Teatro Comunale (orario di apertura al pubblico: dal martedì al sabato dalle 15 alle 18.15; servizio telefonico della biglietteria 0444 324442 attivo dal martedì al sabato dalle 16 alle 18) oppure on line sul sito del Teatro Comunale www.tcvi.it.

Il festival si chiude domenica 29 marzo con la dimostrazione di trattamenti di shiatsu a cura della Scuola Nagaiki Shiatsu Vicenza, dalle 10 alle 13 nella sede dell’associazione Ukigumo. E’ richiesta la prenotazione.

Alle 16 ai chiostri di Santa Corona si potrà assistere alla suggestiva Cerimonia del Tè, Chadō con la maestra Michiko Nojiri della Scuola Urasenke. Fino ad esaurimento posti. A seguire degustazione aperta a tutti per la quale è richiesta la prenotazione entro venerdì 28 marzo.

Per avere informazioni sul festival e prenotare la partecipazione ai diversi eventi sabato 14, dalle 15 alle 18.30, e domenica 15 marzo, dalle 9.30 alle 18, sarà a disposizione la sede dell’associazione Ukigumo in piazzale Giusti 23 (ex Scuole Giusti, 1º piano interno 6).

9 su 10 da parte di 34 recensori Vicenza Haru no Kaze – Vento di primavera dal 20 al 29 marzo Vicenza Haru no Kaze – Vento di primavera dal 20 al 29 marzo ultima modifica: 2015-03-15T01:23:13+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento