Fino all’8 marzo a Palazzo Chiericati Antonio López García. Il silenzio della realtà

Fino all’8 marzo 2015, la Pinacoteca Civica di Palazzo Chiericati ospita, insieme alle personali di quattro affermati artisti italiani (Silvio Lacasella, Matteo Massagrande, Giuseppe Puglisi e Piero Zuccaro), la grande mostra “ Antonio López García. Il silenzio della realtà. La realtà del silenzio”, curata da Marco Goldin e organizzata da Linea d’ombra in collaborazione con il Comune di Vicenza.
A distanza di quarantadue anni torna in Italia un’esposizione dedicata a López García, ma per la prima volta in un museo pubblico (nel 1972 era stata la Galleria Galatea di Torino a ospitare una sua personale).
In mostra, a Vicenza, circa quaranta capolavori, dagli anni sessanta a oggi, che ripercorrono la vicenda creativa del grande maestro spagnolo, attivo in America, in Europa e in Giappone (come ben illustra anche la prima monografia in lingua italiana, di 200 pagine, scritta da Marco Goldin, che raccoglie dipinti, disegni e sculture dal 1949 fino a questi giorni).
Preceduta nello spazio antistante la Pinacoteca Civica dalle due grandi sculture, Carmen sveglia e Carmen addormentata, l’esposizione di Palazzo Chiericati si compone di quattro sezioni. La prima riservata alle sculture dell’ultimo decennio, corredata di alcuni disegni preparatori e di grandi disegni a olio, completati proprio per questa occasione. La seconda ai paesaggi, al centro della quale spiccano quadri fondamentali come la storica Gran Vía e Madrid vista da Capitán Haya, ma anche una finestra notturna che rappresenta, ancora non finito, il quadro a cui l’artista sta attualmente lavorando. La terza alle figure, con La cena, e il relativo disegno preparatorio, a fare da fulcro. Infine, nell’ultima sala della mostra, gli affascinanti interni, tra i quali il Frigorifero nuovo, un dipinto della metà degli anni novanta che costituisce uno dei cardini di tutta l’opera. E accanto, alcuni superbi disegni di stanze vuote degli anni settanta, che tanto hanno contato nell’immaginario di molti pittori che a essi si sono ispirati, anche in Italia.
Da oggi fino all’8 marzo i visitatori della mostra avranno l’opportunità, compilando una cartolina, di partecipare a un concorso, ideato e promosso dall’Ente per il Turismo Spagnolo dell’Ambasciata di Spagna in Italia, con la possibilità di vincere un viaggio per due persone a Madrid.

Lascia un commento