Inter e Icardi separati in casa, addio sempre più vicino

Mauro Icardi non ritrova il sorriso e non esulta. Alla base del malumore il mancato rinnovo del contratto. L’attaccante argentino è legato ai colori nerazzurri fino al 2018. L’intenzione dell’Inter e del sudamericano erano di prolungare il contratto e le parti si erano incontrate per le trattative di rinnovo. Dopo un buon avvio, con l’intenzione di estendere il rapporto fino al 2019, con aumento dell’ingaggio, la trattativa si è bloccata.

I rapporti tra l’argentino e l’ambiente interista sembrano essersi guastati a Reggio Emilia, quando Icardi litigò pesantemente con i tifosi dopo la sconfitta con il Sassuolo, la Curva lo abbandonò e lo stesso Mancini usò parole severe per lui. “Se arriverò a 20 gol in campionato? Se mi arrivassero palloni potrei anche pensarci”, ha anche dichiarato Icardi nelle scorse ore, mandando frecciatine anche ai compagni di squadra.

Mauro Icardi punta a trasferirsi in quell’Atletico Madrid dove da sempre è stimato. L’Inter guarda già al suo sostituto: Paulo Dybala.

9 su 10 da parte di 34 recensori Inter e Icardi separati in casa, addio sempre più vicino Inter e Icardi separati in casa, addio sempre più vicino ultima modifica: 2015-02-09T06:24:57+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento