L’India nega l’ingresso agli arcivescovi cattolici Arthur Roche e Protase Rugambwa

RocheAlla base delle decisione “motivi tecnici”. I due religiosi dovevano partecipare ad un simposio organizzato dalla conferenza dei vescovi cattolici indiani (CCBI) su “liturgia e vita”, a Bangalore.

Diversamente da altri delegati i due arcivescovi “non avevano presentato passaporti del Vaticano, ma i loro passaporti comuni”. “Il visto è stato negato su indicazioni del ministero dell’interno”.

Lascia un commento