Liceo classico di Locri, Nessun dorma sabato con l’offerta formativa e la storia del prestigioso istituto

Liceo classico apertura aqnno scolastico con il ministro Carmela LanzettaE sulla corda lirica di “Nessun dorma”, la celebre romanza della “Turandot” di Giacomo Puccini, che si svolgerà la serata di sabato 31 (dalle 18 alle 23) al liceo classico “Ivo Oliveti” di Locri, per presentare l’offerta formativa della scuola al comprensorio locale
Con tale esortazione, ispirata ad una delle pagine musicali italiane più conosciute al mondo, la dirigente scolastica Giovanna Maria Autelitano, docenti e operatori del prestigioso Liceo classico locrese, invitano le famiglie ad entrare in sintonia con le voci della storia e dei sentimenti antichi che spirano dentro le aule e nelle loro memorie, per risvegliare il dialogo con gli studi classici. L’iniziativa si ispira a “La notte del liceo classico”,  una manifestazione nazionale che è stata promossa per sensibilizzare le famiglie al valore e all’importanza degli studi umanistici, che ha coinvolto ben 150 licei in tutta la penisola, che si è svolta il 16 gennaio scorso. Una risposta al dibattito e alle polemiche che negli ultimi tempi hanno investito lo storico indirizzo di studi del nostro sistema scolastico, fra proposte di abolizione, “processi” pubblici e appassionate discussioni sulla stampa e sul web.
L’idea è venuta dalla Sicilia, dal liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale (CT) dove insegna il professor Rocco Schembra, docente di latino e greco e presidente della delegazione acese dell’AICC (Associazione Italiana di Cultura Classica), motore dell’iniziativa.
L’Ivo Oliveti di Locri (che comprende anche il liceo artistico di Locri e di Siderno), non potendo aderire nella data nazionale, ha comunque voluto manifestare il proprio entusiasmo per l’iniziativa volta a valorizzare il tradizionale percorso degli “studia humanitatis”, dove affondano le radici e la memoria storica della cultura italiana e di riflesso, dell’intera cultura europea, se si pensi a quello che ha rappresentato l’Umanesimo per la costituzione della civiltà rinascimentale.
Da tali motivazioni nasce, perciò, “Nessun Dorma”, una serata in cui docenti e alunni condivideranno i loro lavori ed iniziative con quanti vorranno conoscere la realtà del liceo classico, con le famiglie, gli aspiranti iscritti e, perché no, anche solo con i curiosi. Il programma prevede giochi linguistici con il Latino e il Greco, giochi logici, percorsi di lettura espressiva, scrittura creativa, lettura di racconti tratti dal libro “Sussurri di Ermes”, realizzato dagli alunni del Liceo, visione del cielo stellato con riferimento ai miti greco-romani; inoltre un viaggio nelle radici storiche magno greche della Locride e nelle sfide della filosofia, con dimostrazioni di ginnastica artistica, proiezioni di viaggi e di lavori che sono stati realizzati nei diversi laboratori teatrali, musicali e artistici.

Lascia un commento