Per il Calcio Catania un importante banco di prova

Continua la rivoluzione in casa Catania. Peruzzi, Rolin e Monzon salutano ufficialmente la Sicilia e passano al Boca Juniors. Il primo a titolo definitivo, gli altri due in prestito con opzione di riscatto a favore della società argentina. Riscattato per intero il cartellino di Escalante, sempre attraverso il Boca, mentre è stato risolto il contratto di Aveni.

La sfida di domani fra Catania e Perugia dirà probabilmente molto sulle reali potenzialità dei rossazzurri e su ciò che ci si potrà attendere da loro nel prosieguo del campionato.

Se la reale prova della verità sarà probabilmente quella della settimana prossima a Modena, quando si potrà verificare se i nuovi innesti saranno riusciti a ribaltare il pessimo rendimento esterno avuto fin qui, la sfida con il Perugia assume i contorni di un importante banco di prova.

 La formazione che domani Dario Marcolin schiererà sul terreno di gioco sarà molto simile a quella ammirata nella scintillante gara con la Pro Vercelli: un po’ perchè tutti i nuovi hanno subito dimostrato il loro valore, un po’ perchè sarebbe piuttosto opinabile modificare un assetto rivelatosi vincente appena una settimana fa.

Certo, l’avversario, il Perugia, non è dei più semplici da affrontare. Nonostante gli umbri siano, in classifica, dietro alla Pro Vercelli (anche se di appena un punto), il loro tasso tecnico appare sensibilmente più elevato rispetto a quello dei piemontesi.

La formazione di Andrea Camplone (in bilico, si dice, sulla panchina umbra), messo da parte il 3-5-2 ed, almeno per il momento, i sogni di gloria di inizio stagione, è passato ad una difesa a 4: davanti, nelle ultime due gare, i Grifoni si sono presentati con un tridente offensivo.

Fra l’ex di turno Lanzafame, Fabinho, Parigini e la punta Falcinelli (risolutore del match di andata), il Perugia dispone di una batteria di attaccanti dotata di tecnica e rapidità.

Anche a centrocampo c’è tanta qualità, con, fra gli altri, Fossati, Verre e Taddei, gente importante per garantirsi un buon possesso palla.

Il Catania potrebbe però approfittare, con il suo fantastico tridente, di una difesa non impermeabile: la presenza nella retroguardia umbra di Giacomazzi assicura sì esperienza e qualità ma magari non quella agilità che potrebbe diventare necessaria contro gli attaccanti rossazzurri.

Potrebbe venire fuori una bella partita al Massimino, al termine del quale, ci si augura, che i rossazzurri avranno dato prova di come il roboante successo con la Pro Vercelli non sia stato un episodio isolato.

Secondo quanto rivelato dal giornalista Alfredo Pedullà, dopo giorni di stallo, si starebbe per sbloccare la trattativa per portare Roberto Insigne al Catania.

 Il presidente della Reggina, Lillo Foti, che aveva richiesto al Catania una contropartita tecnica per liberare Insigne, avrebbe espresso il proprio gradimento per il giovane esterno rossazzurro Juan Ramos.

Il Catania, inizialmente titubante per questa soluzione, si starebbe convincendo a dire di sì. Ramos dovrebbe dunque raggiungere la Calabria, probabilmente con la formula del prestito. E Roberto Insigne, con il beneplacito del Napoli, sbarcare finalmente a Catania.

Renato Maisani, sulle pagine del portale goal.com, ha fatto il punto sulle trattative in entrata e in uscita del Catania, con i rossazzurri che sembrano essere molto attivi anche in questi ultimi giorni di calciomercato.

Capitolo difesa. La doppia operazione SpolliGyomber alla Sampdoria pare essere sfumata: il capitano etneo alla fine potrebbe dunque restare a Catania, mentre per lo slovacco potrebbe prendere quota l‘ipotesi Napoli.

Qualora dovesse partire, Gyomber non sarebbe sostituito, mentre qualora fosse Spolli ad essere ceduto, i dirigenti etnei si attiverebbero alla ricerca di un sostituto.

Il Catania cerca anche un terzino destro: obiettivi Andrea Rispoli del Parma (sarebbe la priorità ma la trattativa non è semplice) e Lorenzo Del Prete del Perugia, il cui trasferimento potrebbe concretizzarsi anche prima di lunedì.

 Per ciò che concerne l’attacco, il sogno di Dario Marcolin si chiama Matteo Ardemagni.

L’Atalanta, club proprietario del suo cartellino, vuole cederlo soltanto a titolo definitivo: se il Catania dovesse riuscire a cedere Cani, allora potrebbe provare a regalare la punta dello Spezia a Marcolin.

In alternativa c’è Caputo del Bari, che potrebbe rientrare all’interno di uno scambio proprio con l’attaccante albanese.

Sempre in arrivo come abbiamo detto, Roberto Insigne, mentre su due esterni rossazzurri sembra essersi un po’ raffreddato l’interesse della A: per Castro, Chievo e Sampdoria si sono defilate, e resta dunque soltanto il Verona;

il Torino nonostante il gradimento nei confronti di Martinho, è un po’ “scoraggiato” dai ripetuti infortuni accusati dal brasiliano in campionato.

Per il Catania, insomma, gli ultimi giorni di mercato saranno caldissimi…

Intanto, è ormai ufficiale, l’avevamo annunciato nello scorso collegamento di martedì, acquistato a titolo definitivo dal Torino Jean François Gillet. Il portiere belga si è legato contrattualmente al Catania fino al 30 giugno 2017 ed indosserà la maglia numero

Inoltre, il Catania comunica di aver esercitato l’opzione per il riscatto a titolo definitivo, dal Club Atlético Boca Juniors, del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Gonzalo Escalante

 E la risoluzione consensuale del legame contrattuale con il calciatore Salvatore Fabio Aveni, che conclude così la sua esperienza in maglia rossazzurra.

Al termine della seduta d’allenamento svolta a Torre del Grifo, il tecnico rossazzurro Dario Marcolin ha deciso di convocare 20 giocatori per CataniaPerugia.

Presente il nuovo arrivo Gillet ma anche Spolli e Castro, nonostante le voci di calciomercato che danno i due argentini in imminente partenza da Catania.

Ancora escluso Cani, l’unica alternativa a Calaiò e Maniero resta al momento il giovane Barisic.

Questa la lista completa dei convocati:

Portieri : 1 Gillet, 22 Terracciano.

 Difensori : 26 Belmonte, 24 Capuano, 45 Ceccarelli, 43 Mazzotta, 15 Sauro, 5 Schiavi, 3 Spolli.

 Centrocampisti : 19 Castro, 20 Chrapek, 42 Coppola, 8 Escalante, 39 Odjer, 21 Rinaudo, 44 Sciaudone.

Attaccanti
: 14 Barisic, 9 Calaiò, 7 Maniero, 10 Rosina.

Catania Perugina in programma domani alle 15.00, gara valida per la ventiquattresima giornata del Campionato Serie B (nel girone d’andata, Perugia-Catania 1-0: st 35′ Falcinelli).

9 su 10 da parte di 34 recensori Per il Calcio Catania un importante banco di prova Per il Calcio Catania un importante banco di prova ultima modifica: 2015-01-30T14:25:15+00:00 da Lucio Di Mauro
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento