Cervia, centenario si barrica in casa insieme alla badante polacca

Il pensionato ravennate di 99 anni, pistola in pugno e colpo in canna, ha minacciato di sparare a chiunque volesse entrare. Autore del gesto un direttore di banca in pensione che ad aprile compirà 100 anni. I Carabinieri hanno fatto irruzione e lo hanno disarmato.

Ad avvertire i militari è stato il nipote dell’anziano. Sul posto è allora arrivata una pattuglia del Radiomobile. I militari, una avute da una parente una copia delle chiavi di casa, hanno indossato i giubbotti antiproiettile e hanno fatto irruzione riuscendo a disarmare in breve l’anziano il quale cercava di non mollare la presa sull’arma dopo avere tolto la sicura e peraltro tenendo il dito sul grilletto.

Si tratta di una pistola semiautomatica calibro 7.65. In camera da letto, oltre a un coltello a serramanico, c’era una seconda semiautomatica che come la prima era stata denunciata diversi anni fa quando ancora l’uomo lavorava in banca.

Tutte le armi sono state sequestrate mentre il centenario è stato portato in pronto soccorso dove è stato dichiarato temporaneamente incapace di intendere e ricoverato per tutti gli accertamenti del caso. Sembra che da un paio di notti non dormisse, ossessionato dall’ingresso di malintenzionati.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin