Venezia, approvati i piani triennali per la prevenzione della corruzione

Il commissario straordinario del Comune di Venezia, Vittorio Zappalorto, ha approvato oggi, con i poteri della Giunta, il piano triennale di prevenzione della corruzione e il programma triennale per la trasparenza e l’integrità e i relativi allegati.

I due documenti copriranno il periodo 2015 – 2017 e trovano applicazione nella legge 190/2012 e nel decreto legislativo 33 del 2013.

Il piano per la prevenzione della corruzione, la cui scheda di sintesi è già stata pubblicata sul sito internet istituzionale per le osservazioni e le richieste di integrazione, e che sarà da domani pubblicato in forma definitiva, evidenzia una serie di 6 attività a rischio corruzione in materia di: contratti; rilascio di titoli autorizzativi e accessori; erogazione di benefici economici diretti ed indiretti a persone, imprese e associazioni; rilascio di pareri e certificazioni anche endo-procedimentali; concorsi, prove selettive, formazione graduatorie, acquisizione e progressione del personale nonché autorizzazioni allo svolgimento di incarichi; controllo, verifiche successive / ispettive e attività repressive. Sono infine evidenziati alcuni interventi comuni alle varie attività citate. Per ognuna di queste attività sono enucleate una serie di azioni per prevenire i fenomeni corruttivi e sono messi in atto particolari controlli da parte dell’Amministrazione.

La delibera ha inoltre approvato il programma triennale per la trasparenza e l’integrità, pubblicato anch’esso nel sito istituzionale per osservazioni e richieste di integrazione. A tal proposito, sono state cinque le osservazioni pervenute; queste hanno interessato ambedue i documenti oggi approvati.

Lascia un commento