Bologna, un percorso continuo per aumentare la separazione dei rifiuti

rifiutiUn traguardo importante: 50% di raccolta differenziata a Bologna, poche grandi città italiane ci sono riuscite. Non solo il centro storico ha iniziato a cambiare volto e abitudini con l’introduzione della raccolta rifiuti con le mini isole interrate. Ora anche la periferia, a partire dal quartiere Savena dovrà cercare di meglio e sempre più differenziare i rifiuti prodotti.

Nella provincia di Bologna ogni giorno vengono prodotti circa 1,5 chili di rifiuti a testa, una quantità significativa che, conferita correttamente con la raccolta differenziata, permette la trasformazione dei rifiuti in risorse preziose.

Per questo l’Amministrazione comunale di Bologna, unitamente ad Hera, ha dato vita a un nuovo sistema di conferimento che, facilitando la raccolta differenziata, permette la riduzione dei rifiuti indifferenziati e aumenta le percentuali di recupero dei materiali.

La calotta e i suoi vantaggi

Su tutto il territorio del quartiere Savena, oltre ai consueti contenitori dedicati alle diverse tipologie di rifiuto, si troveranno i nuovi cassonetti con calotta per i rifiuti indifferenziati: un sistema che limita la possibilità di conferire grandi quantitativi di rifiuto nei cassonetti grigi e incentiva la raccolta differenziata; impedisce l’inserimento nel cassonetto grigio di alcune tipologie di rifiuto, come ingombranti, che invece vanno raccolti o presso le stazioni ecologiche o tramite il servizio di ritiro domiciliare gratuito.

Il montaggio delle calotte inizierà nei prossimi giorni per concludersi a fine marzo. I cassonetti così modificati cominceranno ad essere in strada a partire da metà febbraio. I cittadini potranno utilizzarli da subito: per aprirli basterà usare l’impugnatura.

Potranno essere inserite solo piccole quantità di rifiuti indifferenziati (sacchi da 20-22 litri) in ogni momento della giornata.

Contestualmente a tutti i cittadini verrà recapitata una lettera informativa, un depliant e materiale utile alla raccolta. Per facilitare l’utilizzo del nuovo sistema saranno organizzati incontri pubblici e info point sul territorio.

Calendario assemblee pubbliche

martedì 10 febbraio alle 15.30 – Sala polivalente Centro civico, via Faenza 4

giovedì 26 febbraio alle 17.30 – Villa Mazzacorati – Sala Diana Franceschi, via Toscana 19

Calendario info point

6, 7, 13 e 14 febbraio dalle 10 alle 16 – Centro Fossolo, via Lincoln 5 – via Bombicci 6

20 e 21 febbraio dalle 10 alle 16 – davanti al supermercato PAM, via Bellaria 47 – area commerciale via Firenze 2-10

27 e 28 febbraio dalle 10 alle 16 – Centro commerciale Gallia, via Savigno 7 – sede Quartiere Savena, via Faenza 4

6, 7, 13 e 14 marzo dalle 10 alle 16 – Centro commerciale San Rufillo, via Ponchielli 9 – mercatino San Ruffillo, via Toscana 148

Questo nuovo servizio permetterà di portare sempre più avanti la tutela dell’ambiente e di migliorare la qualità del nostro territorio.

Basta un po’ di impegno da parte di tutti per arrivare nel 2016 all’obiettivo del 50% di raccolta differenziata.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bologna, un percorso continuo per aumentare la separazione dei rifiuti Bologna, un percorso continuo per aumentare la separazione dei rifiuti ultima modifica: 2015-01-28T12:11:08+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento