Tripoli, autobomba davanti all’hotel Corinthia morti e ostaggi

Tre guardie sono rimaste uccise. Alcuni terroristi sarebbero asserragliati nell’albergo,e avrebbero preso ostaggi, tra i quali diplomatici e funzionari governativi. L’attacco è stato rivendicato dal Califfato di Derna (l’Isis libico), ma potrebbe anche essere legato alle milizie filo-islamiche di Fajr Libya. L’hotel è stato evacuato, così come tutti gli altri alberghi della città.

Lascia un commento