Atene, Alexis Tsipras ottiene 149 seggi ma non la maggioranza assoluta

Lo spoglio nelle elezioni politiche greche incorona trionfatore Alexis Tsipras e il suo partito Syriza, che però non hanno ottenuto la maggioranza assoluta. Secondo i dati diffusi dal Ministero dell’Interno della Grecia, Sipras conquista il 36,34% e 149 seggi. Al secondo posto Nea Dimokratia del premier uscente Antonis Samaras col 27,81% e 76 seggi.

Alexis

A Trispras mancano due voti per governare. Syriza ottiene 149 seggi su 300, due meno della maggioranza assoluta. A ruota dopo Nea Dimokratia i neonazisti di Alba Dorata terzo partito, con poco più del 6%, mentre To Potami (centrosinistra), Kke (comunisti) e Pasok (socialisti), Anel (indipendenti) sono tutti tra il 4 e il 6%. Avranno tra i 13 e i 17 seggi a testa. Tutti gli altri partiti non superano il 3%.

Alexis Tsipras è il nuovo premier greco, il più giovane degli ultimi 150 anni. Il leader di Syriza ha bisogno di un alleato che possa portargli voti. Tsipras è vicino all’accordo con gli Indipendenti di Anel, il movimento di destra greco contrario all’austerity, che già ha collaborato con Syriza per far saltare l’elezione del presidente della Repubblica.

Tsipras

Anche il leader di To Potami si è detto pronto all’appoggio esterno, anche se il movimento non è disponibile per entrare al governo. Più difficile un’intesa con il Kke. Dimitis Kutsoumbas ha dichiarato che “con Tsipras non cambierà nulla” e che Syriza “continuerà le politiche di austerity”.

Lascia un commento