Roma, Batiashvili al violino con Pappano sul podio, concerto omaggio a Sibelius

Lisa BatiashviliDomani alle 18 all’Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia, concerto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in omaggio a Jean Sibelius, in occasione dei 150 anni dalla nascita.
In programma una delle sue più celebri composizioni il Concerto per violino: sul palco una delle violiniste più rinomate della scena mondiale la georgiana Lisa Batiashvili.

Pappano invece propone due pagine brillanti e di caleidoscopica varietà timbrica, l’arcinoto Apprendista Stregone di Dukas e la sapientissima orchestrazione realizzata da Ravel dei pianistici Quadri da una esposizione di Musorgskij, uno dei banchi di prova più esaltanti per un’orchestra sinfonica di virtuosistiche capacità.

Il concerto sarà replicato domenica 25 alle 18 e martedì 27 alle 19.30

Prima del concerto
Mostra Il mondo di Jean Sibelius
MUSA Museo degli Strumenti Musicali
dal 24 gennaio al 24 marzo la mostra
Orari: dalle 11 alle 17 tutti i giorni tranne il giovedì.
Ingresso libero

La mostra racconta l’avventura di un uomo che suonava il violino con passione travolgente, che avrebbe dovuto essere un avvocato, ma divenne invece il più importante compositore finlandese. Integrata dai documenti originali dell’archivio storico dell’Accademia di Santa Cecilia e dalla proiezione del film “Sibelius” di Timo Koivusalo-Elokuva, l’esposizione è aperta al pubblico al MUSA nell’arco temporale compreso fra i due concerti diretti da Antonio Pappano con musiche di Sibelius.

La mostra è parte del progetto Sibelius e l’Italia, che comprende anche concerti, seminari e un convegno internazionale di studi. Il progetto è promosso dall’Ambasciata di Finlandia, dall’Institutum Romanum Finlandiae e da Musicaimmagine per celebrare i 150 anni dalla nascita di Jean Sibelius (1865-1957), uno degli artisti più rappresentativi della Finlandia, ed è realizzato con il sostegno del Ministero dell’Istruzione e della Cultura Finlandese, della Fondazione Culturale Finlandese, della Fondazione Jenny e Antti Wihuri e VisitFinland.

Nei giorni 24, 25, 27 gennaio e 21, 23, 24 marzo, la mostra è aperta fino a un quarto d’ora prima dell’inizio del concerto.

Lascia un commento