Esplosione alla polveriera di Noceto gravi due operai civili di 49 e 42 anni

I due sono rimasti feriti in modo grave. Sono stati trasferiti d’urgenza al pronto soccorso del Maggiore di Parma, dove si trovano sottoposti a medicazioni e interventi chirurgici per l’asportazione delle schegge che li hanno colpiti. Non sono in pericolo di vita.

L’incidente è avvenuto mentre i due operai, dipendenti di una ditta che si occupa di inertizzazione di materiale esplodente, hanno aperto un cassone di legno contenente munizionamenti da smantellare. Nelle operazioni di spostamento uno degli ordigni è scoppiato. Uno degli operai è stato colpito da schegge al volto, l’altro agli arti inferiori. Non ci sono state ulteriori esplosioni degli altri munizionamenti, né si è propagato un incendio.

Una squadra dei vigili del fuoco di Parma è sul posto per gestire le operazione di messa in sicurezza. Immediato l’intervento delle pattuglie dei carabinieri della locale stazione e della Compagnia di Salsomaggiore.

Trattandosi di un incidente di lavoro avvenuto in uno stabilimento militare verranno avviati tutti i protocolli previsti dal Ministero della Difesa. Verrà aperta un’inchiesta della Procura per accertare le cause dello scoppio ed eventuali responsabilità penali.

Lo scoppio è avvenuto nello Stabilimento Militare Ripristini e Recuperi del Munizionamento di Noceto, la cosiddetta “polveriera” situata in località La Vigna a Noceto. I feriti sono due operai civili di 49 e 42 anni.

Lascia un commento