Renzi Cicciobomba, tutti a casa ma prima in galera

Nuova etichetta affibbiata da Beppe Grillo al Premier Matteo Renzi. Dalle colonne del suo blog il Capo dei 5Stelle definisce il leader dem “CiccioBomba, il premier con la mano in tasca”. Per il comico “in Italia non paga più nessuno. Non la Pa alle aziende i loro crediti, ma ne pretende in anticipo le tasse. Non tra azienda e azienda per mancanza di liquidità in un circolo vizioso in cui nessuno alla fine paga più nulla”. “Le banche non mollano un euro alle imprese – prosegue Grillo – e preferiscono investire in titoli o in speculazioni finanziarie. Provate a farvi dare un fido o un’apertura di credito. Lo avrete solo se non avete bisogno, mettendo in cambio però le vostre garanzie personali. La mancanza di soldi è come la mancanza di ossigeno. Le aziende chiudono per asfissia e molte addirittura non pagano o rimandano il pagamento degli stipendi”.

Matteo Renzi

“Nel frattempo – incalza Grillo – come dice CiccioBomba, il premier con la mano in tasca, le famiglie italiane si sono arricchite. L’Italia si sta deindustrializzando, si sta trasformando in un deserto. Le tasse non bastano più (non basteranno mai) a coprire le ruberie del sistema e il debito pubblico sta diventando uno tsunami. Già, ma chi lo ha creato il debito pubblico se non la corruzione per cui le grandi opere e anche quelle piccole oltre che inutili costano fino al doppio di quelle europee? E chi è responsabile dello sfacelo attuale se non i partiti? Tutti a casa, ma prima in galera”.

Lascia un commento