Milano, in via Borsieri cinquatenne si accoltella nell’auto dell’ex

Tragico epilogo per una storia d’amore che si era conclusa da tempo. La donna ha scoperto il corpo dell’ex compagno nella sua auto. Un pugnale piantato nel petto, il corpo agonizzante, la corsa verso il Fatebenefratelli e la morte lungo il tragitto verso l’ospedale. Protagonisti due milanesi di 52 anni. La commessa ha trovato il corpo dell’ex compagno sul sedile posteriore della sua auto. Aveva parcheggiato l’auto in un cortile interno di via Borsieri. Dopo la chiusura del negozio s’era allontanata per la pausa pranzo, ma appena la donna è andata a prendere l’auto ha notato un finestrino della sua vettura infranto e il corpo di un uomo sul sedile. E’ corsa subito a chiedere aiuto al titolare del negozio. È stato lui ad avvicinarsi e a scoprire che la vittima aveva un pugnale conficcato nell’addome. Subito sono arrivate un’ambulanza e un’automedica del 118. I soccorritori hanno tentato di rianimare il cinquantenne, ma l’uomo è deceduto durante il tragitto verso il pronto soccorso del Fatebenefratelli. Gli inquirenti hanno ascoltato la donna che è riuscita a raccontare qualche dettaglio sulla loro relazione. I due si sono frequentati per quattro anni, fino allo scorso novembre, quando hanno troncato il rapporto. L’uomo non aveva accettato quella fine, ma non si era mai dimostrato aggressivo né violento. L’uomo, dopo la rottura, era entrato in uno stato depressivo. Per la Polizia si è trattato di un suicidio, di un gesto volontario. L’uomo avrebbe rotto un vetro dell’auto con un pugno per poter entrare all’interno della macchina dell’ex compagna. Una volta sul sedile posteriore ha preso un coltello e si è colpito all’addome mortalmente.

Lascia un commento