Elena Fanchini d’oro dopo 10 anni

L’atleta classe 1985, al suo  secondo successo in carriera dopo quello nella libera di Lake Louise nel 2005, ha vinto la discesa di Coppa del mondo a Cortina d’Ampezzo, valida come recupero di quella non disputata per maltempo una settimana fa Bad Kleinkirchheim, in Austria.

Alle spalle del Fanchini, secondo posto a sorpresa per la canadese Larisa Yurkiw – in 1’09″88 – e terzo per la tedesca Viktoria Rebensburg, in 1’09″84.

L’ultimo successo dell’Italia donne in discesa era stato conquistato proprio a Cortina, nel 2012, con Daniela Merighetti che, caduta ieri in prova subendo peraltro una botta al ginocchio, oggi ha chiuso comunque 7/a, in 1’10″16.

“Tornare a vincere dopo tanto tempo e soprattutto vincere in Italia per me è un sogno, una cosa fantastica di cui sono molto, molto felice. Ho cercato e lavorato a lungo per questo nuovo successo dopo quello lontano di 10 anni fa a Lake Louise. Finalmente è arrivato ed è successo proprio a Cortina”. Soddisfatta, felice ma soprattutto molto emozionata l’azzurra Elena Fanchini per questa sua impresa sulla Olympia delle Tofane.

Classe 1985, lombarda e leader delle ragazze azzurre della famiglia Fanchini che da tempo fornisce atlete alla nazionale di sci, Elena è sempre stata la velocista della “squadra familiare”. Ma non sempre è riuscita ad esprimersi al meglio. In coppa del mondo era letteralmente sbocciata ai Mondiali 2005 di Bormio con uno splendido argento in discesa. Poi, pochi mesi dopo, c’era stata la vittoria di Lake Louise seguita da lunghi periodi di assenza dalle gare per i suoi guai fisici in seguito ad infortuni. Oggi ha dato la sua zampata su un tracciato breve e con visibilità non buona ma sulle nevi di casa di Cortina.

Lascia un commento