Alla ricerca della combinazione perfetta: Sri Lanka + Maldive

Ormai da qualche decennio, le Maldive si sono affermate come una delle mete turistiche più rinomate a livello internazionale: spiagge e mari che corrispondono all’immaginario collettivo del paradiso terrestre, resort di lusso e servizi turistici di altissimo livello hanno trasformato questi atolli nell’oceano Indiano in uno degli emblemi delle “vacanze dei sogni” per antonomasia. Eppure queste isole non sono per tutti, e non solo per via dei prezzi non proprio accessibili. Le offerte per le Maldive sono sempre ricercatissime per lune di miele e simili, ma possono non essere molto allettanti per chi ama definirsi un viaggiatore, più che un turista. Diciamocelo chiaramente: alle Maldive non c’è moltissimo da vedere, soprattutto a causa dei notevoli limiti imposti dalle autorità ai turisti stranieri. Se non ambite all’ozio a oltranza in riva al mare, alternato a cene in ristoranti di lusso e trattamenti in spa scintillanti, se non vi attira particolarmente l’idea di stare chiusi in un resort (per quanto a cinque stelle), e avere limitatissime possibilità di esplorare e conoscere persone e luoghi “veri”, le Maldive non sono la meta ideale.

Ma non è impossibile combinare l’esperienza del paradiso con un po’ di emozione avventurosa e sana scoperta da viaggiatore autentico. Ecco la combinazione perfetta: una settimana o più di vero viaggio nelle meravigliose terre dello Sri Lanka, che si conclude con qualche giorno di puro relax e lusso sui paradisiaci atolli delle Maldive. Le Maldive, infatti, sono facilmente raggiungibili dallo Sri Lanka, da dove partono regolarmente voli economici per Malé, capitale dell’arcipelago. Per scegliere l’atollo dove trascorrere i vostri giorni di relax potete consultare un sito come questo, che offre un’esauriente panoramica dei migliori resort dell’arcipelago. Ma vediamo quali possono essere le tappe irrinunciabili della parte del viaggio dedicata alla scoperta dello Sri Lanka.

Nonostante le ridotte dimensioni del Paese, lo Sri Lanka custodisce un’impressionante varietà di luoghi da visitare, tutti di grande bellezza. Dalle foreste dell’interno, abitate da elefanti e leopardi, agli idillici paesaggi della Hill Country, dove si distendono le piantagioni di tè, passando per siti archeologici, città antichissime e templi, rimasti a testimoniare la storia dell’isola, che affonda le sue radici in epoche remote. Cominciamo dalla Hill Country, il cui centro più importante è Kandy, città considerata capitale culturale del Paese. Qui si tiene il celebre festival di Esala Perahera, e potrete visitare antichi templi, bellissimi giardini botanici e diversi musei. Nella stessa regione sorgono diversi villaggi, che sanno combinare la bellezza dei paesaggi circostanti con una tipica atmosfera da antica colonia britannica. Uno dei più noti – e da non perdere – è la località di Ella. Perfetto per gli amanti della natura, e soprattutto per chi vuole osservare gli elefanti, è poi l’Uda Walawe National Park, mentre sul versante storico e culturale da non perdere sono le rovine di Anuradhapura, antica città situata quasi esattamente al centro dell’isola. Anuradhapura, che fino all’invasione indiana del 993 fu il principale centro dello Sri Lanka per oltre un millennio, è ancora oggi un luogo di grande fascino e magia, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Da non perdere, nelle vicinanze, è Mihintale, punto di riferimento per il buddismo singalese. Non mancano poi bellissimi tratti di costa, come quello tra Galle e Matara, nello Sri Lanka sudoccidentale, dove particolarmente nota è la località di Unawatuna.

Lascia un commento