La Dia di Roma sequestra 70 milioni ai coniugi Roberto Moccardi e Anna D’Orta

La coppia, secondo gli inquirenti, ha riciclato e reinvestito i proventi delle attività illecite del clan camorristico dei Contini. La Dia romana ha apposto i sigilli a immobili, rapporti bancari, auto, ristoranti e quote societarie riconducibili a Roberto Moccardi e Anna D’Orta i quali avrebbero realizzato una rete di imprese alimentate dai vertici del clan.

Lascia un commento