Modena, esplosione alla Capannina ferito moldavo

Quando la lampadina si è accesa il magazzino è esploso. Un cinquantenne moldavo è ricoverato al centro grandi ustionati di Parma. L’uomo si trovava a ridosso della piccola struttura distante un centinaio di metri dalla pizzeria “La Capannina” di via Magnaghi 205, zona Cittanova. Il ristorante in quel momento non aveva clienti all’interno. L’uomo è andato insieme a un dipendente verso il magazzino, perché da lì proveniva un intenso odore di gas. I due hanno aperto la porta e, una volta all’interno, spalancato anche le finestre, per fare in modo che il combustibile uscisse. Dopo aver aspettato qualche minuto, hanno deciso di verificare accendendo la luce e generando l’esplosione.

La vampata ha colpito il moldavo che a quanto risulta non lavora per il ristorante ma è un conoscente di uno dei dipendenti. L’uomo ha riportato ustioni di una certa gravità al volto. Non risulta in pericolo di vita, ma le sue condizioni sono gravi al punto da portare a un trasferimento nel centro grandi ustionati di Parma.

Il magazzino si trova a una certa distanza dal ristorante, che non ha subito alcun danno e che, in ogni caso, era senza clienti in quel momento.

Lascia un commento