Guida per l’inquadramento nel territorio della Provincia di Venezia di rotatorie, sottopassi e sottovie

francesca zaccariottoLa presidente della Provincia di Venezia con delega alla Viabilità Francesca Zaccariotto ha inviato una lettera ai sindaci dei comuni del territorio provinciale, ai rappresentanti delle forze dell’ordine deputati al controllo della rete viaria, alle agenzie ed enti che si occupano di emergenze viabilistiche, per presentare una nuova pubblicazione, disponibile anche in formato digitale, intitolata “Guida per l’inquadramento nel  territorio della Provincia di Venezia di rotatorie, sottopassi e sottovie”.

La guida grazie ad un puntuale individuazione dei luoghi (in gergo tecnico, georeferenziazione) permette di individuare rotatorie, incroci, accessi e uscite stradali attraverso le loro coordinate territoriali.

Nel testo della lettera si legge: “Il nostro servizio Manutenzione e Sviluppo del sistema Viabilistico ha pianificato e approntato negli ultimi due anni tutta la numerazione di rotatorie, sottopassi e sottovie con l’installazione di segnali verticali, secondo una classificazione alfanumerica che indica con precisione la zona di manutenzione, con criteri di specificità e caratteristiche intrinseche”.

“L’obiettivo – ha dichiarato la presidente Zaccariotto – è stato quello di facilitare il pronto intervento, contribuendo a migliorare l’efficienza, la prontezza e il coordinamento dei responsabili operativi dei servizi sul territorio, protezione civile, SUEM, vigili del fuoco, impegnati nelle attività di soccorso in caso di incidenti o avversità meteorologiche, anche per garantire al meglio la sicurezza di tutti, e un rapido ritorno alle normali condizioni di traffico”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Guida per l’inquadramento nel territorio della Provincia di Venezia di rotatorie, sottopassi e sottovie Guida per l’inquadramento nel territorio della Provincia di Venezia di rotatorie, sottopassi e sottovie ultima modifica: 2014-12-04T12:11:58+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento