Potenza, al Due Torri Basilicata cambia la musica

“Basilicata cambia la musica” è l’evento che si terrà il 3 dicembre al Teatro 2 Torri di Potenza con l’intento di utilizzare la musica come trait d’union. Un collante tra diverse voci e generazioni.

L’idea è di Gianfranco Summa, musicista lucano, affiancato Paolo Di Giovanni e dalla giornalista Simona Brancati, L’obbiettivo della manifestazione – spiegano gli organizzatori – è quello di instaurare un dibattito tra esponenti politici, amministratori locali, studenti, ambientalisti e cittadini, contro le estrazioni petrolifere di dubbio giovamento economico per i lucani e favorevoli ad impugnare l’articolo 38 “Sblocca Italia”.

Una serata per discutere del tema, comprenderlo da diversi punti di vista e stabilire se e in che modo sia possibile intervenire.

L’iniziativa anticipa la manifestazione del 4 dicembre che si terrà sotto la sede della regione Basilicata.

Prenderanno parte al dibattito Maurizio Bolognetti, segretario dei radicali lucani, Piero Lacorazza, consigliere regionale Pd, Giannino Romaniello, consigliere regionale Sel, Gianni Leggieri, consigliere regionale M5S, Donato Ramunno, consigliere provinciale Fratelli d’Italia, Marco De Biasi, presidente Legambiente Basilicata, Domenico Bilancia, Primario di Oncologia Azienda Ospedaliera San Carlo, Giulio Ruggieri, associazione Amici dell’energia, rappresentati degli studenti degli istituti superiori del capoluogo e portavoce del coordinamento 8 Novembre e delle associazioni Terra mia e Ola ambientalista.

Modererà il dibattito Nico Basile.

Gli artisti che hanno aderito e si esibiranno al termine del dibattito: Duo Lucano Graziano Accinni Trio, Gianfranco Summa, Mamma Cannibale, Il TerroNista, Danilo Vignola, Effetti Collaterali.

9 su 10 da parte di 34 recensori Potenza, al Due Torri Basilicata cambia la musica Potenza, al Due Torri Basilicata cambia la musica ultima modifica: 2014-12-02T02:09:20+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento