Firenze, Tramvia da giovedì previsti risanamenti in viale Redi con la chiusura del tratto via Toselli-via Galliano

Continuano le opere propedeutiche alla realizzazione delle linee 2 e 3 della tramvia. Si inizia lunedì 17 novembre in viale Strozzi dove è prevista l’istituzione di restringimenti di carreggiata: i primi provvedimenti scatteranno dall’incrocio di via dello Statuto verso via Spadolini, nella direttrice verso viale Belfiore, e dall’intersezione con Ponte sul Mugnone, nella direttrice da viale Lavagnini verso via dello Statuto. A seguire il restringimento dall’incrocio con via Spadolini verso viale Belfiore.
Giovedì 20 novembre sarà la volta di viale Redi. Dopo la demolizione dello spartitraffico centrale, sono infatti in programma alcuni lavori di risanamento e asfaltatura. Dal punto di vista della circolazione, il tratto da via Toselli a via Galliano sarà chiuso (eccetto mezzi di soccorso); nel tratto da piazza Puccini a via Toselli scatterà un restringimento di carreggiata con l’istituzione di una corsia lato fabbricati con direzione di marcia verso via Galliano; stesso provvedimento nel tratto da via Maragliano a via Galliano, dove verrà istituita una corsia lato fabbricati con direzione verso via Galliano, con accesso ai veicoli dal lato Ponte San Donato. Previsto anche un divieto di transito per i veicoli superiori ai 35 quintali in via di Novoli, all’intersezione con via Maragliano (altezza Ponte San Donato) per i veicoli che svoltano in viale Redi in direzione di piazza Puccini. E infine i divieti di sosta, che interesseranno via Boccherini, via Galliano, via Veracini e via Toselli. Termine previsto 29 novembre.

9 su 10 da parte di 34 recensori Firenze, Tramvia da giovedì previsti risanamenti in viale Redi con la chiusura del tratto via Toselli-via Galliano Firenze, Tramvia da giovedì previsti risanamenti in viale Redi con la chiusura del tratto via Toselli-via Galliano ultima modifica: 2014-11-16T01:30:12+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento