Parma, bando contributi famiglie alluvionate

Da lunedì 17 Novembre fino al 17 Dicembre agli sportelli del Polo Montanara in via Carmignani 9/a – sarà possibile presentare domanda sul “Bando per la concessione di contributi per danni subiti a seguito degli eventi alluvionali del 13 ottobre ai nuclei familiari in condizioni economiche disagiate”

alluvione ParmaIl bando è reso possibile dallo stanziamento di 100.000 euro a fondo perduto da Fondazione Monte Parma, per contribuire alle necessità di chi ha perso la casa, di chi ha subito forti danni o è comunque in grande difficoltà per i danni subiti con l’alluvione del torrente Baganza del 13 ottobre. A seguito di questa apprezzabile iniziativa della Fondazione, l’assessorato Welfare del Comune ha predisposto un bando per regolamentare la distribuzione dei contributi alle famiglie in difficoltà.

Potranno fare richiesta i nuclei familiari, in possesso di un ISEE non superiore a € 30.000, con residenza nel Comune di Parma o che svolgono attività lavorative nel Comune di Parma, e che per tale motivo abbiano subito nell’ alluvione danni del tipo precisamente indicato dal bando:

– aver avuto, a seguito dell’alluvione, una ordinanza di sgombero dalla propria abitazione per inagibilità dell’alloggio e aver quindi dovuto lasciare l’abitazione di residenza. Il contributo massimo previsto è di € 8.000 per le spese sostenute per l’autonoma sistemazione in altro alloggio. Quando il nucleo è composto da una sola persona il contributo massimo erogabile è pari ad € 5.000.

– per aver sostenuto spese per l’utilizzo di acqua/luce/servizio di spurgofogna per il ripristino della funzionalità negli immobili colpiti dall’alluvione; Il contributo varia da € 500 a € 1.000.

– c) aver sostenuto spese per l’inutilizzo o danneggiamento del proprio veicolo utilizzato abitualmente per recarsi al lavoro, purchè privo di polizza assicurativa a copertura del danneggiamento. Il contributo potrà essere d’importo fino a € 1.000 per la riparazione o sostituzione del ciclomotore e d’importo fino a € 5.000 la riparazione o sostituzione dell’autoveicolo;

– aver sostenuto spese per acquistare o riparare beni mobili che abbiano subito danni (mobili, elettrodomestici, ecc.).Il contributo massimo di € 3.500.

Nella graduatoria degli aventi diritto a percepire i contributi, (fino alla concorrenza dello stanziamento di € 100.000), sarà data precedenza ai nuclei familiari con Isee inferiore a € 20.000. La graduatoria sarà resa nota entro Natale. L’erogazione dei contributi avverrà nel 2015.

Le domande

Le domande complete con gli allegati devono essere presentate dal giorno 17/11/2014 al 17/12/2014 con consegna diretta presso gli sportelli del Polo Montanara in via Carmignani 9/a , dal lunedì al venerdì dalle 08,15 alle 13,30 e nei pomeriggi di lunedì e giovedì dalle 14,30 alle 17,30.

Il modulo di domanda è in distribuzione presso il Polo Sociale Montanara di via Carmignani 9/a o il Direzionale Uffici Comunali (D.U.C.), Largo Torello De Strada, 11/A, e scaricabile dal Portale Internet del Comune di Parma all’indirizzowww.comune.parma.it..

Allegati obbligatori.

Copia fotostatica del documento d’identità del firmatario [da presentare qualora la firma dell’intestatario non venga apposta alla presenza dell’addetto incaricato a ricevere la pratica]

Copia fotostatica di preventivi, scontrini, fatture o ricevute attestanti l’entità del danno subito, a meno che non siano stati già presentati al Comune con l’eventuale scheda di ricognizione danni.

Copia fotostatica del Contratto di affitto in uso

Copia fotostatica del libretto di circolazione del veicolo danneggiato

Copia fotostatica del Codice IBAN su cui effettuare i versamenti a mezzo bonifico bancario

Copia fotostatica del contratto di lavoro o dichiarazione del datore di lavoro sugli orari lavorativi.

9 su 10 da parte di 34 recensori Parma, bando contributi famiglie alluvionate Parma, bando contributi famiglie alluvionate ultima modifica: 2014-11-15T11:47:02+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento