Presentata campagna Wwf Crimini di Natura

“Se nel mondo rinoceronti, tigri ed elefanti sono forse le vittime più illustri, anche in Basilicata il bracconaggio mette a rischio specie rare e protette come rapaci, lupi,cervi e caprioli.”

E’ emerso dall’incontro svoltosi nell’Oasi Wwf di Pignola domenica scorsa che ha visto la presentazione della campagna internazionale Crimini di Natura lanciata dal WWF per sostenere le iniziative dell’Associazione contro la caccia illegale di specie protette. All’incontro ha partecipato il Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato, Angelo Vita, che ha illustrato i dati relativi all’attività di tutela del patrimonio faunistico autoctono svolta dal Corpo Forestale e che restituiscono un quadro del fenomeno del bracconaggio in Basilicata: nel 2013 sono stati effettuati ben 1067 controlli dagli agenti del Corpo Forestale che hanno portato all’accertamento di 25 illeciti e 8 sequestri (5 di natura amministrativi e 3 penali); dati simili si riscontrano anche nel 2014. L’assistente Giuseppe Americo del servizio Cites territoriale della Regione Basilicata, che si occupa della Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione, ha aggiunto che “nell’ambito delle proprie attività sono stati effettuati tra il 2013 e 2014 circa 72 controlli su esercizi commerciali, circhi, fiere e sul commercio via WEB. A completare il quadro degli illeciti relativi ad atti di bracconaggio vanno aggiunte ancora segnalazioni nel 2014 della Polizia Ambientale Regionale, e le 77 infrazioni accertate dai Corpi di Polizia Provinciale di Potenza e Matera”. “La Basilicata vanta un patrimonio faunistico tra i più importanti d’Italia- ha dichiarato Mario Musacchio, delegato regionale del WWF- ed è perciò indispensabile che venga tutelato”. Durante l’incontro è stato ribadito che il Wwf chiede sostegno per aiutare Ranger, Guardie e volontari del WWF, attivi in Italia e nel mondo, per dotarli di attrezzature tecnologiche, medicine, fuoristrada, gps, camera-traps, binocoli, radiotrasmittenti e altri equipaggiamenti indispensabili a monitorare il territorio per sorprendere bracconieri e trafficanti. Informazioni potranno essere recuperate sul sito www.wwf/criminidinatura. Per sostenere la Campagna è attivo anche il numero verde 800.990099.

9 su 10 da parte di 34 recensori Presentata campagna Wwf Crimini di Natura Presentata campagna Wwf Crimini di Natura ultima modifica: 2014-11-12T02:49:16+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento