Nuovi alberi e siepi a Cadelbosco e Gualtieri

Nuovi alberi e nuove siepi in quattro aree verdi di proprietà dei Comuni di Cadelbosco Sopra e Gualtieri, grazie ai lavori di piantumazione disposti dalla Provincia con la collaborazione tecnica del Consorzio fitosanitario di Reggio Emilia. Gli interventi,  iniziati martedì a cura dell’impresa appaltatrice Cofar Srl di Castelnovo Monti,  non hanno una valenza solo ambientale, ma sono finalizzati  anche a migliorare la sicurezza stradale: i nuovi alberi e le nuove siepi compenseranno infatti quelli tolti lungo la Sp 63, in aree verdi di proprietà dei due Comuni, resosi necessario in quanto le piante avevano raggiunto una condizione di invecchiamento precoce che li rendeva pericolosi, anche in considerazione degli eventi atmosferici estremi che purtroppo sempre più spesso si registrano.

“Quest’importante opera di rinaturazione, che dovrebbe concludersi a novembre, contribuirà a migliorare la qualità della vita e dell’aria per i cittadini”, commenta l’assessore uscente alle Infrastrutture e alla Qualità dell’aria Alfredo Gennari, sottolineando come “seppur in un momento di taglio di risorse al nostro ente, la Provincia sia comunque riuscita a garantire l’intervento che comporta benefici non solo per l’ambiente, ma anche per le migliaia di persone che ogni giorno percorrono la Sp 63. E’ stata utile la collaborazione con il Comune di Cadelbosco di Sopra, con l’allora assessore Tania Tellini, ora come sindaco, che si era attivata per il buon esito dell’intervento”.

Nel dettaglio, gli interventi disposti dalla  Provincia con la collaborazione del Consorzio fitosanitario prevedono a Cadelbosco Sopra, nei pressi di piazzale Archimede Lusetti, la creazione di filari di Fraxinus excelsior e Prunus pissardii a corredo del parcheggio annesso allo stadio, allo scopo di creare zone di protezione per le auto in sosta. Le due essenze sono caratterizzate da diverse peculiarità estetiche e di portamento: il frassino, in particolare, verrà nel tempo fatto crescere fino a grandi dimensioni  in modo che l’ampiezza delle chiome fornisca refrigerio alle auto in sosta e, nel contempo, incrementi il valore paesaggistico di un area ai margini di realizzazioni abitative.

Per la progettazione dell’intervento in via Aldo Moro  sono invece stati coinvolto i ragazzi e gli insegnanti della scuola: nel lato Est verrà realizzato un filare di farnie (Quercur robur) che andrà a ricongiungersi con alcuni esemplari di grandi dimensioni attualmente presenti nell’area privata contigua, mentre nel lato Nord verrà realizzato un filare di gelso (Morus alba) che dovrà riproporre l’effetto di una antica “piantata reggiana” ovvero quei filari arborei, un tempo maritati alle viti per costituirne sostegno, che caratterizzano ancora oggi, come superstiti di una cultura antica, i panorami di alcune porzioni della nostra campagna. Nei lati Sud e Ovest, invece, verrà realizzata una siepe polispecifica con l’utilizzo di piantine forestali, quindi di dimensioni ridotte, privilegiando essenze autoctone, mentre all’interno del parco verranno realizzate cinque aree verdi delle dimensioni indicative di 40 metri quadrati con 15 specie di esemplari arborei e 15 specie di esemplari arbustivi.

L’intervento sull’area verde comunale adiacente a via Quarti e a via Gandhi, che ha pure seguito lo stesso percorso condiviso con la scuola, prevede di realizzare una forma riconducibile a quella di un fiore, con esemplari arborei e arbustivi. A completamento dell’area verrà realizzata una ulteriore aiuola all’interno della quale verranno messi a dimora esemplari di grandezze differenti (prima, seconda grandezza e esemplari arbustivi).

Per quanto riguarda infine le aree di proprietà del Comune di Gualtieri, in via Cento Violini a Santa Vittoria – a corredo della zona centrale del parco – è previsto  un popolamento di Celtis australis: le piante verranno poste a dimora in maniera circolare, a distanze ravvicinate rispetto alle normali esigenze della specie, in maniera tale da costituire un piccolo “boschetto” che con il tempo vedrà concatenarsi le chiome delle piante. Verranno inoltre creati dei filari a corredo delle originarie vie principali, attualmente identificate in maniera poco chiara, con esemplari di seconda grandezza  in grado di allietare la primavera del parco grazie all’elegante fioritura di colori diversi e di proseguire la vegetazione durante il resto dell’anno con la produzione di fogliame dalle pregevoli caratteristiche ornamentali. Accanto all’area attrezzata verrà poi realizzato un “labirinto vegetale” a fini ricreativi, rivolto in particolare ai  bambini, attraverso l’utilizzo di Ligustrum ovalifolium (ligustro), un arbusto in grado di assumere dimensioni tali da non costituire un potenziale pericolo.: al centro del labirinto verrà posto a dimora un esemplare arboreo dalle caratteristiche di pregio al fine di rappresentare un ideale “centro della realizzazione”. Tutte le essenze scelte hanno caratteristiche di spiccata rusticità, buona attitudine all’accrescimento in terreni e climi come quelli di Gualtieri, buona resistenza a patologie e parassitosi e limitata esigenza di manutenzione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Nuovi alberi e siepi a Cadelbosco e Gualtieri Nuovi alberi e siepi a Cadelbosco e Gualtieri ultima modifica: 2014-10-15T09:54:12+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento