Museo di S. Maria Novella, nuova collocazione per la statua del beato Giovanni da Salerno

Nuova collocazione, sempre nel Museo di Santa Maria Novella, per la grande scultura in pietra raffigurante il Beato Giovanni da Salerno, fondatore e primo priore del convento domenicano fiorentino: dalla biglietteria è stata posizionata nel corridoio di uscita del Chiostro Verde, inserendosi così nel percorso di visita del complesso monumentale.
Le modalità per effettuare il trasferimento, operazione molto complessa a causa della grandezza e delicatezza del manufatto, ma anche dalla ristrettezza degli spazi di manovra e dei varchi, sono state studiate dalla Direzione Cultura – Servizio Musei Comunali che ha anche eseguito l’operazione nella settimana dal 6 al 10 ottobre,.
La scelta di collocare la statua presso il corridoio di uscita del Chiostro Verde risponde a due esigenze: garantire una migliore soluzione espositiva dell’opera e creare le premesse per attuare la fase finale del progetto. L’obiettivo è infatti quello di restituire l’opera al suo contesto d’origine, il Chiostro Grande, quando si realizzeranno le condizioni giuridiche che ne consentiranno il conseguimento.
La rimozione della statua ha inoltre reso possibile procedere alla ristrutturazione e all’adeguamento della biglietteria del Museo, secondo il progetto formulato dalla Direzione Servizi Tecnici – Servizio Belle Arti e Fabbrica di Palazzo Vecchio, attualmente in corso d’opera e di imminente conclusione.
La scultura, eseguita intorno al 1735 da Girolamo Ticciati e posta originariamente al centro del Chiostro Grande di Santa Maria Novella, era stata rimossa dalla sua sede primitiva negli anni Venti del Novecento.

9 su 10 da parte di 34 recensori Museo di S. Maria Novella, nuova collocazione per la statua del beato Giovanni da Salerno Museo di S. Maria Novella, nuova collocazione per la statua del beato Giovanni da Salerno ultima modifica: 2014-10-15T02:42:34+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento