Tra storia e futuro, il Veneto celebra cento anni del Coni venerdì 17 e sabato 18 ottobre

Anche il Veneto celebra i 100 anni del Coni. Un traguardo importante che in una delle regioni più importanti per lo sport italiano sarà ricordato in maniera speciale grazie ad una serie di eventi frutto della collaborazione tra il Coni regionale e il Comune di Vicenza.
Lo sport che diventa storia e cultura, ma che è proiettato anche al futuro grazie ad un rapporto privilegiato con le giovani generazioni è l’essenza del programma che animerà alcune eccezionali location vicentine venerdì 17 e sabato 18 ottobre. Un momento di celebrazione che sarà reso ancora più speciale dalla presenza del numero uno dello sport italiano, il presidente del Coni nazionale Giovanni Malagò.
Venerdì 17 ottobre il Teatro Comunale ospiterà alle 17.30 la presentazione del libro di Alberto Zuccato “Olimpiadi, gli eroi veneti” e dalle 18 la premiazione di tutti gli atleti della regione che hanno conquistato una medaglia ai Giochi Olimpici estivi, invernali e Paralimpici.

Sabato 18 ottobre al Teatro Olimpico dalle 9.30 si terrà il forum “Sport & Scuola”, tappa del progetto “Il ruolo dello sport veneto nel panorama nazionale”.

A presentare il programma degli eventi c’erano oggi in sala Stucchi a palazzo Trissino il sindaco Achille Variati,l’assessore alla formazione Umberto Nicolai e Gianfranco Bardelle presidente del Coni Veneto.

“Vicenza è stata scelta per celebrare i 100 anni del Coni Veneto nell’ambito del territorio regionale, testimonianza tangibile del valore che lo sport ha avuto da sempre nella nostra città – ha dichiarato il sindaco Achille Variati -. Nel 1900 il nostro concittadino Gian Giorgio Trissino è stato il primo italiano a conquistare un oro olimpico nel salto in alto a cavallo oltre all’argento nel salto in lungo a cavallo. I risultati a livello agonistico sono indubbiamente importanti, come emergerà il 17 ottobre al Teatro Comunale quando verranno premiati ben 107 campioni olimpici veneti. Ma lo sport ha essenzialmente un valore educativo ed è proprio questo aspetto che abbiamo curato con attenzione rinnovando le numerose strutture sportive cittadine utilizzate soprattutto dagli studenti e dai giovani. Un impegno che ci ha permesso di guadagnale la decima posizione tra le provincie italiane per l’attenzione verso lo sport, secondo una classifica del Sole 24 ore”.

“Il Comune di Vicenza ci ha accolto offrendo per le celebrazioni del Coni i luoghi più prestigiosi della città, il Teatro Olimpico e il Teatro comunale – ha annunciato con soddisfazione e riconoscenza Gianfranco Bardellepresidente del Coni Veneto -. Gli eventi in programma sottolineeranno il valore dello sport veneto che annovera 13 mila società sportive, 300 mila volontari, 107 campioni olimpici che riceveranno i leoni d’argento, anche se alcuni di loro non potranno esserci il 17 ottobre al Teatro Comunale. A Vicenza arriveranno grandi nomi dello sport tra cui il presidente del Coni Giovanni Malagò, il presidente del comitato paralimpico Luca Pancalli, il presidente nazionale del Coni Servizi Franco Chimenti e il segretario nazionale del Coni Roberto Fabbricini”.

“Avere in città il convegno sport e scuola è per me la realizzazione di un sogno – ha detto l’assessore alla formazione Umberto Nicolai che conosce bene il mondo dello sport e della scuola grazie anche ai cinque mandati in qualità di presidente del Coni di Vicenza -. Le celebrazioni a Vicenza saranno l’occasione per vedere riuniti 8 presidenti regionali Coni e per celebrare i campioni veneti di ben 14 discipline. Un vero onore per Vicenza che ha una grande tradizione in particolare nell’ambito dello sport giovanile tanto da risultare la città più premiata in Italia nei giochi studenteschi, e che si è classificata al quarto posto per numero di tesserati nelle società sportive secondo una graduatoria del Sole 24 ore. Per questo la Festa dello sport 2014 al Comunale sarà dedicata proprio ai più giovani, agli under 18. L’amministrazione comunale negli ultimi anni ha cercato di offrire strutture sportive sempre più adeguate in primo luogo ai giovani perchè possano praticare un’attività in ambienti decorosi, mettendo a disposizione un totale di 72 spazi: 12 campi da calcio, di cui 6 in erba
sintetica, tre nuove tensostrutture e un centro polifunzionale, 13 palestre scolastiche, 14 palestre agonistiche e altre 29 strutture
(grandi impianti e strutture dedicate a specifiche discipline)”.

La mostra
A fare da prezioso prologo a questa speciale due giorni sarà una mostra che permette di assaporare il mito dello sport nel suo teatro d’eccellenza. Nella cornice unica della Basilica Palladiana da sabato 11 ottobre è infatti aperta l’esposizione divisa in due sezioni: “Maglia azzurra” e “Storia delle Olimpiadi”.
La prima sezione, realizzata da Fiorenzo Zanella e dall’Associazione atleti olimpici e azzurri d’Italia, consente di vedere da vicino l’oggetto che forse meglio di ogni altro testimonia l’amore per lo sport, la maglia della nazionale. Maglie azzurre che hanno fatto la storia, appartenute a campioni e medagliati olimpici veneti come Sara Simeoni, Rossano Galtarossa saranno esposte accanto ad uno speciale ricordo del “Rosso volante” Eugenio Monti, leggenda del bob.
I Giochi Olimpici, la loro storia e il loro “mito” saranno protagonisti anche della seconda sezione curata dal collezionista Giuseppe Barion. Medaglie, fiaccole, francobolli e altri oggetti unici legati alla storia delle Olimpiadi moderne saranno per l’occasione sotto gli occhi di tutti gli appassionati.
La mostra sono realizzate in collaborazione con l’Aic e rimarranno aperte fino al 19 ottobre e osserveranno gli stessi orari di apertura della mostra “Eroi del calcio”: martedì, mercoledì e giovedì, dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 21, venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 22.30, sabato dalle 10 alle 22.30, domenica dalle 10 alle 21 (lunedì chiuso). Ultimo ingresso: mezz’ora prima della chiusura.
Per visitare la mostra è necessario acquistare il biglietto che consente la visita anche a “Eroi del calcio”. Biglietto d’ingresso: intero 5 euro, ridotto 4 euro per i possessori dell’abbonamento d’ingresso alla Basilica Palladiana, ridotto 2 euro (solo di mattina) per i gruppi scolastici.

Il libro
Da sempre il Veneto è una regione capace di recitare un ruolo da protagonista anche sul palcoscenico più prestigioso, quello dei Giochi Olimpici. Per ricordare questi “eroi” che hanno saputo infiammare i cuori e regalare gioie a tutti gli sportivi sarà presentato venerdì 17 ottobre alle 17.30 al Teatro Comunale (viale Mazzini 39) il libro del giornalista Alberto Zuccato intitolato “Olimpiadi, gli eroi veneti”.
A presentare l’opera accanto al presidente del Coni Giovanni Malagò ci saranno alcuni giornalisti di spicco come ilcaporedattore de Il Giornale di Vicenza Antonio Di Lorenzo, la voce di Rai Sport Franco Bragagna e il volto di Sky Sport Lia Capizzi, con la moderazione di Luca Ginetto di Rai Tre.

Le premiazioni
Sono 107 i grandi campioni che saranno premiati dal presidente Malagò, dai rappresentanti delle istituzioni e dalle autorità sportive, al Teatro Comunale venerdì 17 ottobre. Dalle 18, dopo la presentazione del libro “Olimpiadi, gli eroi veneti” lo spazio sarà per tutti coloro che hanno conquistato una medaglia ai Giochi: estivi, invernali e paralimpici. A tutti sarà consegnato il “Leone d’argento”, il simbolo del Veneto e il premio che tradizionalmente il Coni regionale riserva ai suoi grandi campioni (scheda con i nomi dei premiati).

Il convegno
Celebrare il passato è il primo passo per gettare le basi del futuro. E futuro vuol dire scuola. Lo sport del Veneto guarda avanti con il convegno in programma sabato 18 ottobre dalle 9.30 in una cornice unica come quella delTeatro Olimpico (piazza Matteotti 11).
In programma il forum “Sport & Scuola”, tappa del lungo e articolato progetto “Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale”. Un percorso iniziato nel dicembre 2012 e che vede a fianco Coni regionale, Regione Veneto con la supervisione della Scuola Regionale dello Sport del Veneto e dello Studio Ghiretti, e Comune di Vicenza.
A discutere del rapporto tra la scuola e lo sport ci saranno esponenti del Miur, del mondo scolastico e sportivo. Si discuterà di progetti di progetti come “Alfabetizzazione Motoria”, “Progetto Primaria” e “Sport di Classe”, ma anche dei “Nuovi licei ad indirizzo sportivo” e delle “Nuove strategie per lo sport universitario”. Un excursus cui non mancheranno riferimenti alle buone pratiche locali, ma anche a case histories nazionali ed internazionali.
Per il convegno è obbligatoria la prenotazione attraverso l’apposito modulo presente su veneto.coni.it.

9 su 10 da parte di 34 recensori Tra storia e futuro, il Veneto celebra cento anni del Coni venerdì 17 e sabato 18 ottobre Tra storia e futuro, il Veneto celebra cento anni del Coni venerdì 17 e sabato 18 ottobre ultima modifica: 2014-10-14T02:35:54+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento