Lentini, tir travolge e uccide Giuseppe Leanza, Salvatore Cristaudo e Silvestro Cerro

Sono le vittime di una terribile tragedia avvenuta sull’autostrada Catania-Siracusa, in territorio di Lentini. Un tir li ha travolti mentre erano al lavoro. Un quarto operaio ferito è ricoverato nell’ospedale Cannizzaro di Catania. Le vittime sono Giuseppe Leanza, 45 anni, di San Teodoro, e Salvatore Cristaudo, 48 anni, e Silvestro Cerro, 57 anni, entrambi di Cesarò. I due paesi sono a un km di distanza tra loro, arroccati sui Nebrodi.

Il gruppo era formato da cinque dipendenti della Covir, uno dei quali è rimasto illeso. Poco prima della galleria Serena stavano eseguendo lavori di manutenzione nella corsia di emergenza per conto dell’Anas. L’autotreno che li ha investiti avrebbe invaso la corsia.

“E’ stato un errore umano” afferma il Procuratore di Siracusa, Francesco Paolo Giordano. L’uomo è indagato in stato di libertà per omicidio colposo plurimo e avrebbe ammesso le proprie responsabilità. Gli accertamenti ematici hanno escluso che avesse fatto uso di alcool o di droga. Il tir è stato sequestrato. Il presidente dell’Anas, Pietro Ciucci, ha nominato una commissione d’inchiesta per verificare la dinamica dell’incidente.

Le condizioni dell’operaio ferito sono stabili, ma restano gravi. L’uomo, un uomo di 36 anni di Cesarò, ha subìto lesioni multiple da schiacciamento agli arti inferiori. Trasportato in eliambulanza all’ospedale Cannizzaro, dove è entrato nel pomeriggio al Trauma center in codice rosso, è stato operato da un’équipe di ortopedici, chirurgi vascolari e plastici. Il complesso intervento si è protratto nella notte. Dalle prime ore della giornata il paziente si trova in osservazione, cmonitorato, nell’area dell’Emergenza del Cannizzaro, in attesa di potere essere ricoverato in Rianimazione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Lentini, tir travolge e uccide Giuseppe Leanza, Salvatore Cristaudo e Silvestro Cerro Lentini, tir travolge e uccide Giuseppe Leanza, Salvatore Cristaudo e Silvestro Cerro ultima modifica: 2014-10-14T12:03:49+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento