Serie B 8^ giornata, pesante sconfitta del Crotone sul proprio terreno. Grave infortunio di Secco in seguito ad un involontario scontro con Ferrari

melchiorriSedicesimo minuto si è temuto per le condizioni fisiche del portiere rossoblù Secco. Il duro scontro in area di rigore del Crotone tra il portiere ed il suo compagno di difesa Ferrari, ha causato un trauma cranico all’estremo difensore con svenimento. Subito in campo il defibrillatore ma non c’è stato bisogno avendo ripreso conoscenza e trasportato all’ospedale dove sono continuate le cure del caso.

Fino ad allora si è visto in campo un buon Crotone che ha pressato gli avversari nella propria metà campo. In evidenza Minotti al quarto minuto che manda il pallone oltre la traversa dopo averlo colpito di testa.

Al decimo minuto una triangolazione Oduamadi, Beleck, Ciano, para il portiere. Minuto quattordicesimo Oduamadi svirgola il pallone in area di rigore, un’ottima occasione per passare in vantaggio.

Poi quanto già detto al sedicesimo a proposito dell’infortunio di Secco. L’ingresso in campo del secondo portiere Bajza coincide con il crollo del Crotone che lascia ampi spazi agli avversari.

Pescara padrone del terreno con Melchiorri, Pasquato, Lazzari che mettono in continua difficoltà la retroguardia locale.

La supremazia degli ospiti si concretizza al minuto trentotto quando Lazzari fuori l’area di rigore evita più avversari e poi fa secco Bajza.

Per l’occasione l’estremo difensore era impreparato.

Quattro minuti dopo la seconda capitolazione dei rossoblù ed in maniera ancora più ingenua. Pasquato supera in velocità Zampano ed approfittando ancora della posizione errata di Bajza mette dentro il pallone.

Crotone inesistente tant’è che Lazzari al quarantanovesimo minuto stava ingannando ancora Bajza dalla lunga distanza con un pallonetto.

La ripresa è ancora a favore dei biancoazzurri di Baroni che avrebbero potuto triplicare Zampano (il difensore pescarese) da pochi passi da Bajza.

Dopo tanto penare, il portiere rossoblù si prende la sua parte di applausi al minuto cinquantadue quando para il rigore calciato da Politano. Il fallo in area di Ferrari ammonito per l’occasione.

Al minuto settantatreesimo il risveglio momentaneo del Crotone con Torregrossa (subentrato a Oduamadi) che accorcia le distanze.

Il gol dei locali sembrava dovesse svegliare i locali e per qualche minuto così è stato. Palo di Beleck al minuto settantatreesimo e due minuti dopo è Ciano che costringe il portiere a deviare con i piedi il pallone in angolo. Dagli sviluppi del tiro dalla bandierina Beleck colpisce ancora il palo.

È stato questo tutto il Crotone. Subito dopo (settantanovesimo) Melchiorri supera un inconsistente Minotti e arriva nei pressi dell’area di rigore da dove calcia il pallone mandandolo in rete. Cinque minuti dopo lo stesso giocatore segna la sua doppietta che significa il quarto gol a favore della sua squadra.

Il fischio finale è una liberazione per i locali fischiati dai propri sostenitori per la brutta prova.

Per il Crotone adesso si fa veramente buio, la classifica è precaria (penultimo posto) in seguito a prestazioni non certamente positivi indipendentemente da come la pensa Drago:

“La brutta prestazione della mia squadra è stata una questione psicologica dopo l’infortunio di Secco. Non abbiamo la giusta cattiveria nelle giocate, dobbiamo continuare a lavorare e molto per non rimanere impantanati in fondo alla classifica. Le assenze ci hanno penalizzato”.

Per il Pescara è tutt’altra cosa dopo la seconda quaterna di gol in due giornate e la prima vittoria esterna della stagione. Per mister Baroni il su Pescara può arrivare in alto se riuscirà a ricompattare adeguatamente la difesa

 

Crotone     1

Pescara      4

 

Marcatori: Lazzari 38°, Pasquato 42°, Torregrossa 73°, Melchiorri 79° e 84°

 

Crotone (4-3-3): Secco (Bajza), G. Zampano, Claiton, Ferrari, Martella (De Giorgio), Maiello, Minotti, Salzano, Ciano, Belech, Oduamadi (Torregrossa). All. Drago

 

Pescara (4-3-3): Aresi, F. Zampano, Cosic, Pucino, Grillo, Guana, Appelt Piris (Memushaj), Lazzari (Pogba), Politano, Melchiorri, Pasquato (Salamon). All. Baroni

 

Arbitro: Eugenio Abbattista di Molfetta

Coll. Valentino Paluso (Vicenza), Mirko Oliveri (Palermo)

Quarto giudice: Francesco Catona di Reggio Calabria

Ammoniti: Aresi, Lazzari, Grillo, Ferrari

Angoli: 7 a 1 per il Crotone

Recupero: 7 2 5 minuti

Spettatori: tot. 4.431 per euro 22.009; biglietti 1425 euro 6.657; abbonati 2979 rateo euro 15.352

Risultati ottava giornata

Vercelli – Spezia         1-0 (sabato 11ore 18.00)

Modena – Brescia        1-1 (sabato 11 ore 20.30)

Catania – Bari              2-3 (ore 12.30)

Crotone – Pescara       1-4

Avellino – Carpi 1-0

Latina – Bologna         1-2

Livorno – Trapani       6-0

Entella – Ternana        rinviata

Lanciano – Vicenza     4-0

Perugia – Frosinone    (ore 20.30)

Varese – Cittadella      (lunedì 13 ore 20.30)

9 su 10 da parte di 34 recensori Serie B 8^ giornata, pesante sconfitta del Crotone sul proprio terreno. Grave infortunio di Secco in seguito ad un involontario scontro con Ferrari Serie B 8^ giornata, pesante sconfitta del Crotone sul proprio terreno. Grave infortunio di Secco in seguito ad un involontario scontro con Ferrari ultima modifica: 2014-10-12T19:25:54+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento